Aggiustatutto.it

Il primo sito italiano sul faidate

Costruzione e manutenzione di un sistema autoclave - Pagina 2 E-mail

Valutazione attuale: / 291
ScarsoOttimo 
Lavori - Idraulica
Scritto da Massimo Bernardini   

La successiva chiusura del rubinetto provoca la dilatazione del vaso ad espansione e un concomitante aumento della pressione. Superata la soglia d’intervento del pressostato esso apre il contatto elettrico interrompendo l’alimentazione della pompa.
Attraverso il manometro è possibile verificare le pressioni di soglia d'intervento del pressostato.

Utilizzando uno speciale raccordo a cinque vie è possibile montare l’impianto ordinatamente e in pochissimo tempo. Per una più semplice installazione dovrete valutare le due possibili soluzioni, ossia, se inserire prima il raccordo a cinque vie nell’impianto e poi montare tutti i componenti, oppure inserire nell’impianto tutto il sistema precedentemente assemblato.

Manutenzione e difetti.
Di fondamentale importanza è verificare periodicamente ed eventualmente ripristinare la pressione del vaso ad espansione. L'assenza di questa manutenzione ordinaria è caratterizzata da continue e rapide accensioni e spegnimenti della pompa alla minima richiesta d'acqua, con la conseguente rottura della membrana del vaso ad espansione e la necessità d'intervenire in seguito per la sostituzione della membrana. Uno dei difetti più ricorrenti (specialmente negli impianti poco utilizzati) è provocato dai detriti trasportati dall’acqua che nel tempo si depositano nel condotto del pressostato e nel rispettivo attacco del raccordo a cinque vie. Questo inconveniente provoca il blocco del pressostato (o un ritardo di commutazione) mantenendo il contatto elettrico aperto oppure chiuso. In questo caso è necessario eseguire la pulizia del pressostato.



 

Commenti  

 
-1 #107 Aggiustatutto.it 2014-01-31 21:16
Citazione FRANCESCO 1:
SALVE VORREI UNA SPIEGAZIONE TECNICA.
L'AUTOCLAVE NEL PARCO E MOLTO RUMOROSO E PARTE PURE CON LE FONTANE CHIUSE,L'IMPIANTO E NUOVO , MENTRE CON IL MOTORE VECCHIO NON SI SENTIVA E NON PARTIVA SENZA APRIRE LE FONTANE,GRAZIE

ciao Francesco, se i rubinetti sono tutti chiusi hai una perdita nell'impiato, oppure la valvola di ritegno è difettosa o sporca. Per maggiori informazioni posta nel forum.
Citazione
 
 
+1 #106 FRANCESCO 1 2014-01-30 14:25
SALVE VORREI UNA SPIEGAZIONE TECNICA.
L'AUTOCLAVE NEL PARCO E MOLTO RUMOROSO E PARTE PURE CON LE FONTANE CHIUSE,L'IMPIANTO E NUOVO , MENTRE CON IL MOTORE VECCHIO NON SI SENTIVA E NON PARTIVA SENZA APRIRE LE FONTANE,GRAZIE
Citazione
 
 
0 #105 Aggiustatutto.it 2014-01-02 17:21
Citazione anto&eli:
Ciao,abbiamo una casa in montagna. L'acqua arriva da una sorgente.D'inverno l'autoclave non riesce a pompare acqua in casa nonostante arrivi sino all'ingresso dell'autoclave. Sembra che l'autoclave non riesca raggiungere la giusta pressione per pompare acqua e che giri a vuoto (la freccia rossa è a metà del manometro,quell a nera non sale oltre alla prima tacca).Non riusciamo a capire cosa ci sia di sbagliato, idee?..GRAZIE ANTO

Ciao Anto, mancano alcuni elementi per poter avere una visione globale della situazione. La lancetta rossa è solo di riferimento, puoi muoverla ruotandola dal suo asse al centro del manometro. Ha considerato la temperatura bassa, che potrebbe gelare l'acqua in ingresso della pompa. Posta nel forum e vediamo di trovare una soluzione.
Citazione
 
 
0 #104 anto&eli 2013-12-24 01:25
Ciao,abbiamo una casa in montagna. L'acqua arriva da una sorgente.D'inverno l'autoclave non riesce a pompare acqua in casa nonostante arrivi sino all'ingresso dell'autoclave. Sembra che l'autoclave non riesca raggiungere la giusta pressione per pompare acqua e che giri a vuoto (la freccia rossa è a metà del manometro,quell a nera non sale oltre alla prima tacca).Non riusciamo a capire cosa ci sia di sbagliato, idee?..GRAZIE ANTO
Citazione
 
 
+3 #103 Aggiustatutto.it 2013-10-21 11:59
Citazione Matteo73:
Io vorrei dotare la mia autoclave (1200 watt) di un sistema on/off wireless. Sul mercato sono presenti solo interruttori fino a 1000 watt per canale, pertanto non sono adeguati al mio utilizzo. Cosa posso metterci? Risulta impossibile far passare i fili nella canalina e portarli al secondo piano in quanto sono pieni. Non sono un elettricista, quindi le mie conoscenze sono limitate però se puoi darmi delle giuste indicazioni riuscirò a mettere insieme il tutto. Grazie mille

ciao Matteo, tralasciando i motivi di questa necessità, puoi collegare in uscita di tale dispositivo un rele o contattore vedi link http://www.aggiustatutto.it/materiali/elettricita/238-rele-contattori-teleruttori.html Quindi il dispositivo alimenta il relè e non è necessaria potenza, è poi il rele opportunamente robusto che alimenta il motore.
Citazione
 

Aggiungi commento

Il commento deve essere breve e strettamente inerente all'argomento trattato. Prima di postare il commento sfoglia quelli già presenti, potresti trovare la tua risposta.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chiudi finestra X

evita il banner esegui
il login o registrati