Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Pin It

tubazione elettricaIdeale per costruire velocemente un impianto elettrico per il garage, la cantina, il ripostiglio o il laboratorio del fai da te. L'impianto in tubazione esterna è il modo più semplice per sviluppare un impianto elettrico senza dover fare tracce sui muri

o sui pavimenti, è realizzato a vista, con tubo rigido di materiale plastico ignifugo e fissato al muro tramite appositi fissatubo. La sezione del tubo deve essere scelta in base alla quantità di fili che deve contenere, tenendo in considerazione le attuali disposizioni di legge, che ne limitano l'ingombro al 50%.

Non è difficile costruire una tubazione, l'importante è avere le idee chiare sulla disposizione delle prese, luci, interruttori, ed eventuale quadro elettrico, insomma avere creato anche solo nella propria testa una sorta di progetto.
Costruzione pratica.

In un impianto a vista come questo, la precisione, chiaramente non millimetrica, è importante. Ad occhio, tutto deve sembrare ordinato, abbastanza simmetrico e ben diviso. Nel rispetto di queste semplici regole, iniziamo col tracciare l'impianto sulle pareti.

Con delle "X" limitatamente grandi, segniamo (con una matita) sul muro l'esatto punto dove riteniamo utile prelevare tensione, o porre l'eventuale quadro elettrico e la posizione delle scatole da frutto per le prese e gl'interruttori.

Con il tracciafilo, dal centro di queste "X" facciamo partire una linea verticale, fin quasi a toccare il soffitto. Ora dobbiamo realizzare una linea orizzontale continua, distante dal soffitto 30-40cm. Questa linea deve intersecare tutte le linee verticali, compiendo il percorso più breve. Prima di tracciare tale linea è necessario verificare ad occhio o con l'ausilio di un metro a fettuccia, che non incontri alcun ostacolo come travi finestre o altro. Eventualmente spostare tale linea più in alto o più in basso nel tentativo di trovare un'altezza senza ostacoli, in caso contrario faremo degli sbalzi di livello.

Con un trapano foriamo le scatole da frutto e le scatole di derivazione nei punti indicati per il fissaggio. Poniamo le scatole di derivazione con precisione sulle intersezioni, usandole come dima per segnare (con una matita) i fori da realizzare al muro. Le scatole vanno montate su ogni intersezione, tranne che su quelle tracciate alle due estremità dell'impianto. Anche le scatole portafrutto saranno usate come dime per la foratura del muro. Esse se destinate a prese devono essere distanziate da terra minimo 30cm, mentre se destinate a interruttori consigliamo un'altezza compresa tra 100 e 120cm da terra.

montaggio scatola derivazione a parete

La scatola portafrutto usata come dima di foratura. Il gommino di raccordo deve collimare con il segno verticale tracciato sul muro. Aiutatevi con una livella per dare verticalità alla scatola. Ricordatevi di misurare la distanza da terra per avere pari altezza delle scatole.

montaggio scatola derivazione a parete

Posizionate la scatola di derivazione e segnate i fori con una matita. In questo caso la livella non è necessaria, le linee sul muro danno tutti i riferimenti.

Commenti  

-1 #3 Aggiustatutto.it 2015-01-31 12:34
Citazione battagliola gianfran:
ok la tubazione, ma il cablaggio dei fili come si fa

ciao, all'interno della tubazione si realizza l'impianto in base alle proprie necessità. http://www.aggiustatutto.it/elettricita/faidate-elettricista.html?start=15 In questo link ad esempio è descritto come realizzare un circuito per le luci, con varie tipologie di accensione. Se hai bisogno di qualcosa di specifico puoi postare nel forum nella sezione elettrcità.
Citazione
0 #2 battagliola gianfran 2014-11-20 15:03
ok la tubazione, ma il cablaggio dei fili come si fa
Citazione
+2 #1 luciano franchini 2011-06-17 15:39
ok per cantine e garage, ma dovendolo rifare in una abitazione e non potendo utilizzare la canalizzazione esistente?
Citazione