Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: verifiche elettriche

verifiche elettriche 04/06/2013 23:59 #15192

  • gerry.bologna
  • Avatar di gerry.bologna Autore della discussione
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 5
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Buongiorno a tutti, sono qui a porvi un quesito, secondo il dpr 462/01 verifiche periodiche dell'impianto di messa a terra che è obbligatorio per legge e che deve essere effettuato per forza da un organismo abilitato ,per esempio nei condomini deve essere effetuato ogni 2 anni, fin qui tutto chiaro, ma per il salvavita? ho cercato informazioni ma niente,va eseguita una verifica obbligatoria? da chi? i caso di incidente chi e' responsabile per il mancato funzionamento? saluti a tutti

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Re: verifiche elettriche 03/07/2013 20:57 #15523

  • 01tommy0
  • Avatar di 01tommy0
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 1
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Ciao, guarda, normalmente sugli interruttori salvavita si trova la dicitura "premere mensilmente" quindi sarebbe buona norma effettuare un controllo periodico, questo controllo dovrebbe essere fatto dalla ditta a cui è affidata la manutenzione dell'impianto elettrico condominiale. Per la faccenda delle responsabilità non saprei risponderti.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Re: verifiche elettriche 03/07/2013 21:13 #15524

  • gerry.bologna
  • Avatar di gerry.bologna Autore della discussione
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 5
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Ciao,ti ringrazio della risposta,ti volevo informare che con il tasto di prova che ce sul salvavita si prova solo la parte meccanica del salvavita se e' ancora efficente ma non hai nessuna conferma sul tempo di intervento del salvavita stesso,questo e' un aspetto fondamentale per la sicurezza,esistono dei strumenti che verificano e ti dicono in quanti millisecondi scatta il salvavita,comunque il mio quesito e' su chi deve eseguire questi controlli, secondo me ad oggi nessuno esegue queste verifiche saluti.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Re: verifiche elettriche 04/07/2013 06:19 #15527

  • kwima
  • Avatar di kwima
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 776
  • Ringraziamenti ricevuti 2
Ciao, scusate se mi intrometto, quanto da voi scritto riassume tutto ciò che la burocrazia in italia massacra, giustamente vi siete posti il problema del controllo del salvavita il quale, non è normato e che addirittura le stesse norme in impianti molto vecchi addirittura lo autorizzano in caso di mancanza di messa a terra (non parliamo di condomini perchè sono normati), in quanto il suo intervento serve a garantire lo sganciamento dell'E.E. in caso che una persona dovesse inavvertitamente toccare la fase della stessa (questo notoriamente è a conoscenza di tutti o quasi).
Comunque sotto l'aspetto delle responsabilità, è sempre il proprietario o l'affittuario che ne risponde davanti alla legge perchè è lui che è tenuto a vigilare (in prima persona o con l'ausilio di terzi), che il suddetto funzioni perfettamente.
Vi inviterei a fare un giro sugli impianti pubblici tipo "Scuole, Ospedali e chi più ne ha più ne metta".
Termino quì altrimenti non lascio più spazio a voi visto che la materia è vastissima.
Un cordiale saluto, kwima.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Re: verifiche elettriche 04/07/2013 07:12 #15528

  • gerry.bologna
  • Avatar di gerry.bologna Autore della discussione
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 5
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Buongiorno KRIMA , hai perfettamente ragione sulla burocrazia italiana, considerando che la diffusione di massa del salvavita è iniziata negli anni 90 con l'introduzione della legge 46/90 sugli impianti elettrici, considerando un salvavita installato nel 1990 oggi che probabilità abbiamo che ha mantenuto la stessa efficienza , ammesso che l'abbia avuto al momento dell'istallazione visto che probabilmente è stato provato solo in fabbrica e che l'installatore generalmente non lo prova,tornando alla burocrazia italiana probabilmente la prova dovrebbero farla gli organismi abilitati (pagandoli privatamente ) visto che ASL e ISPESL poverini non hanno tempo di uscire dai loro comodi uffici, ma nel dpr 462/01 si parla solo dell'impianto di terra, tornando alla burocrazia italiana probabilmente gli organismi abilitati hanno fatto omettere il salvavita perchè per loro è troppo sbattimento provarli, vuoi mettere andare in un condominio con 40 interni e in 5 minuti fare solo la prova della resistenza di terra e incassare 300-400 euro e invece aprirsi 40 centralini fare 40 prove dello scatto del salvavita con l'apposito strumento richiudere 40 centralini compilare 40 fogli, stai nel condominio 3 giorni per fare tutto ciò saluti a tutti.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 0.378 secondi
Powered by Forum Kunena