Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Dubbi sull'impianto

Dubbi sull'impianto 21/02/2017 10:47 #32040

  • krisma35
  • Avatar di krisma35 Autore della discussione
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 29
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Buonasera a tutti. Ho la passione del fai da te e mi arrangio in parecchi campi.
Uno di questi è l'elettricità. Non sono a digiuno completamente anche per gli studi che ho fatto ma sicuramente sono passati un po' di anni e quindi ho dei dubbi a riguardo. Magari per molti sono dubbi stupidi ma preferisco confrontarmi con qualcuno e ricevere delle risposte scontate piuttosto che sbagliare in silenzio. Vengo al dunque. Escludendo la cabina dove ho un DIFFERENZIALE DS654 C25, al capannone ho un SEZIONATORE ABB E274 63A, già presente che lascierei anche se è un trifase. Da questo pensavo di dividere l'impianto in 2 diramazioni con 2 DIFFERENZIALI PURI.
Il primo chiamiamolo A da 25A ed il secondo B di 40A.
Considerando A, si diramano a sua volta 4 MAGNETO TERMICI ( e qui ho il primo dubbio se utilizzare magnetotermici differenziali o interruttori ). Le 4 diramazioni controllano A1 l'impianto biprese con 16A, A2 un timer digitale per caricare un camper con 16A, A3 un cancello motorizzato scorrevole con 10A ed A4 un altro cancello motorizzato scorrevole con 10A.
Considerando B, si diramano invece 3 MAGNETO TERMICI cosi divise. B1 controlla un bagnetto con 16A, B2 2 biprese esterne con 16A e B3 l'impianto illuminazione a led con 10A.
Volevo sapere se gli amperaggi sarebbe corretti.
E volevo sapere proprio inerente al dubbio se i magneto termici sono solo differenziali o nel caso non lo siano sono interruttori.
Di seguito vi invio anche le sigle di questi ultimi che mi creano il dubbio.
MAGNETOTERMICO ABB ELS202L-C10 10A 2M 4,5KA
MAGNETOTERMICO ABB ELS202L-C16 10A 2M 4,5KA
MAGNETOTERMICO DIFFERENZIALE ABB ELDS91LC10AC3 10A 2M 1P+N 4,5KA
MAGNETOTERMICO DIFFERENZIALE ABB ELDS91LC16AC3 10A 2M 1P+N 4,5KA
Vi scrivo anche le sigle dei differenziali puri.
DIFFERENZIALE PURO ABB ELF202-25003A 25A 2P
DIFFERENZIALE PURO ABB ELF202-40003A 25A 2P
Spero di essere stato abbastanza chiaro e ringrazio tutti per le risposte.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Re: Dubbi sull'impianto 21/02/2017 17:56 #32054

  • Memmeddu
  • Avatar di Memmeddu
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 78
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Proviamo a prendere un impianto alla volta, ok?
Per rispondere alle tue domande devo sapere se vuoi tenere tutto a 380 tranne i led o se quando dici biprese intendi quadro CEE con 380 e 220 a 16 A oppure le tipiche prese bipasso o ancora due prese CEE da 220 .
Poi per quanto riguarda il magnetotermico per i led dovrebbe andare bene anche da 10A,ma per le prese serve sapere l'uso a cui sono destinate.
Ad ogni modo se sono da 220 e si presume che non ci devi attaccare una saldatrice perché disponi della 380, metterei magnetotermici differenziali
Della marca e curva ritenuta da te più adatte alle tue esigenze,se pensi di non applicare carichi superiori ai 3 kw va bene da 16 ampere ma io metterei anche un magnetotermico semplice con carico più alto tipo 25 32 sulla dorsale che gestisce le prese ma dipende da quante intendi usare insieme e sempre dall'impiego quindi ti consiglio di mettere delle informazioni maggiori di ogni singolo pezzo dell'impianto e di risolvere i problemi uno alla volta.
Poi non ti dimenticare che se vuoi farlo a 220v dalla 380 se vuoi ottenere il massimo devi fare tre separazioni dell'impianto ognuna delle quali collegati ad una fase e al neutro, mai due fasi nella stessa linea della 220 altrimenti è come restare con la 380.
Prendiamo in conto che dividi così A b e C e che le fasi siano f1 f2 f3 N.
A avrà f1 N
B avrà f2 N
C avrà f3 N
Ognuno questi impianti a 220 dovrà avere massa a terra separata
E ogni massa a terra avrà tre picchetti di terra
Questo è molto importante per evitare che in caso di corto collettivo ogni cosa collegata riceva una scarica di trifase.
Se invece vuoi entrambe le tensioni
Metti dei quadretti CEE 380 220 e in ognuno di essi per fare la 220 prendi la fase in modo alternato seguendo l'esempio di prima, ricordando sempre il discorso della massa a terra. Per il resto devi fare un pezzo alla volta con gli impieghi specifici delle prese.
Di recente ho smantellato un impianto elettrico di una carrozzeria e hanno fatto l'errore di collegare la massa a terra della 220 al polo TN della 380 quindi ti consiglio di fare attenzione ⚠ ai collegamenti esistenti e di usare colori diversi per ogni cosa.
Esempio f1 rosso f2 marrone f3 grigio N nero. Usa il rosso per le fasi prese da f1 il marrone per quelle prese da f2 e così via,il blu per il neutro della 220. Per le luci stesso discorso ma con colori di diverso colore ma sempre associabile alle fasi(es il rosso e arancio, il marrone e marrone, il grigio e il bianco.questo se ci tieni a fare una cosa molto sicura) ed ogni singola dorsale 220 deve avere un singolo magnetotermico differenziale
Ps in quella carrozzeria quasi ci rimettevo le penne. Quindi farebbe piacere ad un eventuale manutentore trovare uno schemino dei colori da dove partono e dove finiscono.
Ti dico questo per via della mia esperienza

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Re: Dubbi sull'impianto 22/02/2017 00:05 #32065

  • krisma35
  • Avatar di krisma35 Autore della discussione
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 29
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Inanzi tutto grazie per la risposta ma mi sono incasinato più di prima con le tue descrizioni.
Provo a rispondere alle cose che probabilmente non ho chiarito.
Di base mi entra il 380 in capannone ma a me personalmente non serve, quindi lo utilizzerò come un 220, sfruttando come hai considerato tu, F1 ed F2 o F3 e lasciando una F inutilizzata (non credo possa influire il fatto di lasciare libera la F2 piuttosto che la F3).
Per i colori non c'è problema utilizzerò colori differenti per le varie linee e anche sezioni differenti per linea luci (2,5mm) e biprese (4mm).
In riferimento alle biprese la cosa più pesante che posso collegare sarà un compressore 3Hp che potrei usare per verniciare o per la pistola per svitare i bulloni, ma comunque non si parla di un uso intensivo perché è un fai da te e non un'attività lavorativa. Se però mi consigli di usare un 25A piuttosto che il 16A da me preso in considerazione, farò sicuramente così.
Come descritto nel mio primo topic, pensavo quindi ad un differenziale puro, però a questo punto da 40A, con sotto i 2 MT da 10A per i 2 cancelli, un MT da 16A per il camper (serve solo per caricare le batterie) e l'ultimo MT per le biprese da 25A.
Il secondo differenziale puro anch'esso da 40A che avrebbe sotto un MT 16A per 2 biprese esterne al capannone ma utilizzabili solo per stupidate, un MT da 10A per le luci a led (ulteriore domanda è sufficiente un 10A anche se le luci a led sono 5 faretti SMD da 100Watt) e l'ultimo MT per il bagnetto che poi considerato anche abbia già un suo MT da 16A per il solo scaldabagno.
Deduco anche che utilizzando i differenziali puri mi suggerisci di usare solo MT anche non differenziali.
Dimmi se questo ti chiarisce un po' di più la mia richiesta e soprattutto se ho capito correttamente quello che mi hai scritto.
Grazie.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Re: Dubbi sull'impianto 22/02/2017 07:52 #32068

  • Memmeddu
  • Avatar di Memmeddu
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 78
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Si perfettamente però la presa del compressore io la metterei CEE perché essendo da 3 cv l'assorbimento è altino poi bisogna considerare lo spunto le accensioni ripetute nel tempo... Quindi quella presa la sovvradimensionerei anziché da 16A la farei da 32A con MT da 25A.
Per il bagno hai detto che c'è già per lo scaldabagno io metterei un MT per la luce da 3A.
Concordo sul sovvradimensionamento dei cavi.
I faretti led è già troppo se consumano 5A tutti e 5 insieme (i trapani da 500 w consumano circa dai 3 ai 6 A)però mettere un MT più grande ti dà la possibilità di aggiungerne altri.
Le prese esterne le metterei CEE per il grado di protezione ma dipende da dove si trovano se sotto una copertura se all'aperto. E comunque si se non ne fai uso intenso 16 A sono ok.
Differenziali e magnetotermici ok sono a posto. Ma sei sicuro di riuscire ad ricavare tutta questa potenza? È anche vero che non sarà utilizzato tutto insieme ma sé il contatore è di potenza elevata tutto ok.
Piuttosto tutti i dispositivi tipo MT
Differenziali devono essere per la 220 altrimenti non ricevendo una fase scattano.
Ok comunque siamo d'accordo su molti aspetti sembra che il problema sia quasi risolto adesso bisogna vedere in pratica.
Dimmi ancora se vuoi chiarimenti o se io ne necessito.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Re: Dubbi sull'impianto 22/02/2017 12:26 #32076

  • krisma35
  • Avatar di krisma35 Autore della discussione
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 29
  • Ringraziamenti ricevuti 0
La tua competenza mi genera chiarezza ma anche perplessità.
Cosa vuol dire o a cosa ti riferisci con la domanda " Ma sei sicuro di riuscire ad ricavare tutta questa potenza? ".
Sinceramente non ciò fatto mai caso anche perché quel poco che ho fatto ho sempre avuto a che fare con la sola 220, ma MT e differenziali sono differenti dal 220 al 380?
Da come mi parli direi si ma ne vorrei la conferma e ne approfitto per chiedere che differenza c'è quando su una MT o un differenziale vedi a 2M ma in alcuni viene specificato 1P+N ed in altri no.
Sono domande scontate ma per me utili.
Chiarito questo invece ti chiederò per il discorso massa e messa a terra che non mi è troppo chiaro.
Grazie e buona giornata.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.515 secondi
Powered by Forum Kunena