Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Elettricità a basso costo.

Elettricità a basso costo. 23/08/2018 14:47 #38603

  • Gibor
  • Avatar di Gibor
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2360
  • Karma: 29
  • Ringraziamenti ricevuti 126
Incuriosito dal tuo post avevo cercato anch'io notizie, ma avevo trovato solo della stampa (vecchia) e confezionata con notizie assai vaghe con il solo scopo di attirare l'attenzione. Per cui volevo che anche tu iniziassi con il cercare di capire che la sperimentazione non significa che sia un risultato reale. Né tanto meno un miracolo della scienza.

Suppongo che l'esperimento utilizzi l'acidità della soluzione salina per produrre delle semplice coppie elettrolitiche.
Basta una patata o del limone ed è la stessa cosa. Si produce elettricità convertendo un materiale in un suo solfato. Si consuma il materiale, e si spegne l'acidità. Nient'altro.
Ma ci sono parecchie difficoltà nel costruirsi una pila decente, e sopratutto nell'impedire che una volta avviato il processo prosegua da solo con l'autoscarica fino alla fine dei potenziali.

Leggiti qualcosa sulla tavola degli elementi e sulle nozioni di elettrochimica. Troverai quanto basta per fare esperimenti con i vari materiali di cui puoi disporre.
it.wikipedia.org/wiki/Potenziale_standard_di_riduzione

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Elettricità a basso costo. 23/08/2018 19:12 #38607

  • vela16
  • Avatar di vela16 Autore della discussione
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 45
  • Ringraziamenti ricevuti 0
In tutta sincerità non sono mai stato un credulone, adesso a 65 anni ancora di più ma so che nei cassetti di alcune aziende specializzate giaciono idee valide per l'innovazione, tipo carburanti ecologici alternativi o fonti energetiche valide ed ecocompatibili con un'atmosfera più pulita ma tutto ciò significherebbe una vera rivoluzione disastrosa per chi detiene il monopolio mondiale del consumismo. Quello che mi ha incuriosito della faccenda "Salt" è la semplicità con cui sarebbe possibile risolvere i problemi di una grande fetta della popolazione povera mondiale. Certo mi rendo conto che creare una centrale elettrica in casa con acqua di mare o con agrumi e vario sarebbe quasi un utopia ma penso che se applicata a piccole cose si potrebbe riuscire. Ti faccio un esempio. anni fa avevo un frigo portatile con il coperchio da alimentare con la 12 v. in auto. Non era un congelatore ma mi sono reso conto che le borse ghiacci duravano molto di più cosi, da vero smanettone, ho smontato il coperchio e ho scoperto che al suo interno c'erano alcuni componenti monoblocco ( cella di Peltier) che alimentati generavano aria fredda utile allo scopo. All'epoca avevo un pentium 3 come pc e con l'aiuto di un amico ho eliminato la ventola e ci siamo inventati il raffreddamento della cpu con la cella. Ha funzionato fino a quando la mainboard si è fusa per altri motivi. Adesso sarebbe inpensabile perchè il calore da dissipare è troppo visto che quei componenti vengono spremuti al massimo. In sintesi avevo pensato che se aumentati gli spessori dei metalli elettrolitici si sarebbe ottenuto una tensione maggiore ma io sono negato con l'elettro chimica ecco perchè avevo chiesto aiuto. Comunque prometto che spulcerò wikipedia e quant'altro mi possa fornire ulteriori info sull'argomento. Grazie per la tu pazienza. Lele.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Elettricità a basso costo. 24/08/2018 10:04 #38608

  • Gibor
  • Avatar di Gibor
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2360
  • Karma: 29
  • Ringraziamenti ricevuti 126
Complimenti! Lo spirito che mantieni con l'età che avanza è ammirevole, molti decadono nel qualunquismo più profondo molto prima.
Solo alcune cose ti aggiungo (per non toglierti la soddisfazione di scoprirle da solo)
la superficie dei reagenti influenza solo la disponibilità di corrente (detta in modo più semplice più è ampia maggiore sono gli A).
la tensione (V) dipende dall'acidità e dagli elementi che compongo gli elettrodi. E qui per ottenere tensioni maggiori con quello che è conveniente utilizzare, serve creare delle serie. Esattamente come fanno tutti i sistemi a pile.

In materia di scoperte, molto spesso viene sviluppato solo quello che ha maggior convenienza. Non quello più ecologico, o quello che ha rendimenti migliori. Per cui anche se ve ne sono altri, ci è già stato fatto bene i conti; non c'è convenienza ad utilizzarli, ma non è vietato provarci. ;-)

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 0.453 secondi
Powered by Forum Kunena