Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Pin It

cartuccia stampanteLa ricarica fai da te della cartuccia stampante può essere eseguita con facilità e in breve tempo. La necessità di ricaricare la stessa cartuccia può essere dettata dalla difficoltà nel reperire in commercio un uguale modello, 

dalla comodità di non uscire da casa per procurare la nuova cartuccia o più semplicemente per risparmiare qualche euro.

Per eseguire il lavoro di ricarica è necessaria una siringa, un flacone d'inchiostro e alcol. La nostra guida si basa sulla ricarica della cartuccia PG510 Black della stampante canon MP490, ma è applicabile a qualsiasi tipo di cartuccia.

cartuccia stampante canonTutte le cartucce hanno nella parte superiore un'etichetta adesiva con impresso marca e modello. Sotto l'etichetta la plastica della cartuccia presenta un solco più o meno lungo e articolato che inizia da un foro e termina fuori lo spazio coperto dall'etichetta stessa. Il foro ha lo scopo di fare entrare aria nella cartuccia man mano che l'inchiostro diminuisce. Il solco unitamente all'etichetta adesiva, allunga il circuito della presa dell'aria per ritardare la fuoriuscita dell'inchiostro in caso la cartuccia o tutta la stampante fosse temporaneamente disposta in posizione non orizzontale. Dopo avere estratto la cartuccia dalla stampante disponiamola sopra un panno morbido facendo attenzione alla testina. ricaricare cartuccia stampante
Utilizziamo il foro della presa dell'aria per immettere delicatamente l'inchiostro con una siringa. Utilizzare un ago non troppo lungo oppure fare attenzione a non inserirlo oltre la metà dell'altezza della cartuccia, per evitare di danneggiare componenti interni. La piccola resistenza quando s'inserisce l'ago è dovuta alla spugna del contenitore che ha il compito di mantenere più stabile l'inchiostro.

pulizia siringa inchiostro stampante

 

 

Note.
Nel caso di ricarica di cartuccie a colori, attenzione ad inserire il colore dell'inchiostro nell'apposita sezione usando tre differenti siringhe, oppure riutilizzando la stessa dopo un'accurata pulizia con alcol.
La quantità d'inchiostro necessario alla ricarica varia in base al tipo di cartuccia, ma quando essa è piena l'inchiostro fuoriesce dal foro, in questo caso aspiriamo con la siringa l'inchiostro in eccesso.

Pin It

Commenti  

+4 #1 massimo 2012-05-28 09:30
attenzione ormai tutte le cartucce hanno dei blocchi che impediscono una volta ricaricata di farla rileggere alla stampante, comunque con pochi euro vendono delle compatibili ricaricabili autoresettanti...
Citazione