Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il lavoro più scomodo è certamente quello del passaggio dei cavi, uno per ogni telecamera che comprende l'alimentazione e il segnale, quest'ultimo presente solo nelle versioni filari. I due cavi, segnale e alimentazione, sono separati soltanto nella parte finale e corrono uniti in una sola guaina per tutta la lunghezza.
Attenzione, i cavi hanno un verso, la femmina di alimentazione va rivolta verso il DVR e quindi il connettore volante maschio va rivolto dal lato telecamera.

cavo per collegamento telecamera a dvr per impianti di videosorveglianzaNella maggior parte dei kit, i cavi in dotazione sono fusi o pinzati ai rispettivi connettori e se dobbiamo passarli nella tubazione saremo costretti a tagliare il cavo. In questo caso abbiamo due opzioni: 
1) tagliare il cavo dal lato DVR a circa 20 centimetri dopo l'unificazione del conduttore di alimentazione e del conduttore del segnale, per poi giuntarli di nuovo dopo l'infilaggio nella tubazione.
2) tagliare i cavi di alimentazione e segnale dal lato DVR subito dopo i connettori e collegarvi due nuovi connettori a saldare o a stringere, da acquistare separatamente. 

Messa in funzione.
Semplicissimi i collegamenti in quanto obbligati, basta inserire il connettore volante BNC del segnale, al maschio presente sul retro del DVR, iniziando dall'ingresso 1 e alimentare le telecamere inserendo lo spinotto all'uscita dell'alimentatore.

collegamenti dvr

Quasi tutti i DVR possono essere collegati in rete internet per mezzo della porta LAN da connettere al modem. Collegata l'alimentazione al DVR si può avviare il sistema. Nella schermata iniziale appare il codice QR da inquadrare con il nostro smartphone che ci fornirà indicazioni sull'applicazione da scaricare. Nel menù informazioni del sistema troverete il numero di serie da inserire nell'app scaricata che vi permetterà di visualizzare le immagini in diretta delle vostre telecamere ovunque vi troviate. Il sistema va aggiornato alla data e ora correnti e non necessita di altre impostazioni particolari per il funzionamento basico. Per chi ha voglia di "smanettare" il software permette una miriade di impostazioni e di avvisi. 

Aumento del livello di sicurezza.
Chiaramente in caso di mancanza di energia elettrica il sistema di videosorveglianza si spegne, riavviandosi in automatico al ritorno dell'energia. Se non si vuole incappare in questo inconveniente, accidentale o volutamente generato, si può collegare il sistema ad un gruppo di continuità che garantisca il normale proseguo del funzionamento.

Pin It

Commenti  

0 #2 Aggiustatutto.it 2018-08-02 01:11
Citazione andrea62:
salve ..e delle videocamere con sim 3g 4g cosa ne pensa

ciao Andrea, bisogna valutare di caso in caso. Alcuni modelli hanno l'audio bidirezionale ed è un ottimo strumento per creare ad esempio una postazione fissa per comunicare con anziani o disabili oppure in quei casi dove si ha necessità di monitorare una sola zona e non si possiede una linea adsl. Per contro in un impianto di videosorveglianza unificare l'unità di ripresa e l'unità di immagazzinamento dati non la ritengo una buona idea. Anche il costo influenza molto la scelta.
Citazione
0 #1 andrea62 2018-08-01 21:44
salve ..e delle videocamere con sim 3g 4g cosa ne pensa
Citazione