loading

Riparazione di superfici in vetroresina

Come riparare una superficie utilizzando un apposito kit vetroresina: facciamo un esempio pratico di riparazione di una piccola city car.
Come riparare una superficie utilizzando un apposito kit vetroresina: facciamo un esempio pratico di riparazione di una piccola city car.

Come esempio per le riparazioni in vetroresina utilizzeremo una piccola city car, ma questo tipo di lavorazione potrà essere estesa a tutte le strutture in vetroresina, come serbatoi, barche, ecc.

L’uso di un Kit per riparazioni in vetroresina in alcuni casi rappresenta una buona alternativa alla riparazione di superfici plastiche che solitamente sono trattate con il più appropriato e costoso kit per riparazioni plastiche.

Localizzate la parte da riparare e procedete con l’abrasione con carta vetrata grana 40.

Soffiate bene con aria compressa, pulite la superficie con un panno umido e con l’antisilicone per rimuovere ulteriori impurità.

fianchetto city car spaccato riparazione fianchetto city car

Il fianchetto della piccola vettura è completamente spaccato. Le superfici in prossimità di tali spacchi, sono state carteggiate per permettere alla vetroresina di aggrapparsi con maggiore efficacia. Se l’allineamento delle parti dovesse essere difficoltoso è possibile fissarle con alcune staffette.

Ponete un foglio di resina sopra la superficie in riparazione e delineate i contorni tagliandolo.

Iniziate la preparazione della soluzione di resina liquida.

Con un pennello applicate alcune passate sulla zona in riparazione, poggiate poi il foglio di vetroresina e bagnatelo fino a quando trasparirà la superficie sottostante.

Se necessario ripetete questa operazione due o tre volte, secondo lo sforzo meccanico che il pezzo dovrà sostenere. Ognuna di queste eventuali applicazioni, dovrà occupare una superficie più ampia della precedente per dare maggiore consistenza alla riparazione.

riparazione vetroresina

Una prima applicazione di vetroresina è già stata carteggiata.

stendere foglio vetroresina

Una successiva applicazione che come detto, copre una superfice più ampia della precedente, visibile in trasparenza.

Ad essiccazione avvenuta scartavetrate (con carta grana 60) correggendo le imperfezioni più grossolane e applicate una o due mani di resina in  pasta.

Livellate nuovamente con carta vetrata 60-80 e applicate lo stucco metallico. 

Procedete per gradi con la levigatura dello stucco.

Mascheratura (se necessaria)

Applicazione del fondo.

Levigatura del fondo.

Verniciatura.

Alcuni importanti consigli.

Non applicate vetroresina sopra superfici non carteggiate.

Le applicazioni verticali, come nel nostro caso, portano inevitabilmente ad un gocciolamento del prodotto liquido. Quando questo avviene, pulite le gocce con un panno di stoffa imbevuto con il diluente.

Inzuppate bene il panno di vetroresina. La presenza di aria all’interno della trama renderà la struttura meno resistente.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

2010-04-22 08:33:09
Link copiato negli appunti