loading

Saldatura tra due conduttori

La saldatura tra due conduttori può essere di tre tipologie differenti: lineare, lineare ad innesto o intrecciata, vediamo come eseguirle correttamente.
La saldatura tra due conduttori può essere di tre tipologie differenti: lineare, lineare ad innesto o intrecciata, vediamo come eseguirle correttamente.

In molti casi può essere necessario realizzare una saldatura tra due conduttori. Tre diversi sistemi di unione garantiscono la continuità elettrica e meccanica.

Saldatura su giunzione lineare.
I due conduttori preventivamente stagnati vengono messi a contatto sfruttando tutta la lunghezza stagnata.

saldatura a stagno di due conduttori elettrici Il saldatore tocca con la massima superficie entrambe i conduttori e lo stagno torna allo stato liquido unendoli. Durante la saldatura è necessario tenere immobili e ben allineati i due conduttori. Questa tecnica è utilizzata nel settore elettronico per la realizzazione di giunti su piccole sezioni, spesso non definitivi e in fase di progettazione. Da ricordare che questa saldatura richiede la stagnatura dei conduttori di cui una più “panciuta”.

saldatura stagno su conduttori elettriciSaldatura su giunzione lineare ad innesto.
Le trecce di rame dei due conduttori, prive della guaina di protezione, vengono spinte di testa una dentro l’altra. Compattate poi con le dita sono pronte per la saldatura. La punta del saldatore preventivamente bagnata dallo stagno, trasferisce il calore al rame. Il filo di stagno applicato tra saldatore e rame e successivamente solo su rame, fonde e si distribuisce aiutato dal movimento della punta del saldatore stesso.

saldatura a stagno di due conduttori elettrici intrecciatiSaldatura su giunzione lineare intrecciata.
La punta del saldatore, sfruttando la massima superficie possibile, tocca nella zona centrale i conduttori preventivamente uniti per mezzo di una giunzione lineare intrecciata. Il filo di stagno inizialmente applicato tra la punta del saldatore e il rame, favorisce il trasferimento del calore. Subito dopo il filo di stagno può essere applicato direttamente sul rame dei conduttori ricoprendoli.

NOTE
La saldatura deve avere una durata estremamente ridotta per non danneggiare il rivestimento del conduttore. Il saldatore deve avere una potenza adeguata al diametro del conduttore. Un conduttore da 4mm2 necessita di un saldatore con potenza non inferiore a 40w.

Video riassuntivo

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

2010-07-09 15:11:46
Link copiato negli appunti