Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Pin It

regolazione gas protettivoUna giusta pressione d'uscita garantisce una buona saldatura e un risparmio del gas protettivo. Solitamente all’uscita della bombola sono collegati due manometri ed il regolatore di pressione. Vediamo come eseguire la regolazione della pressione del gas protettivo argon, anidride carbonica.

Il primo manometro indica la pressione della bombola e quindi lo stato di carica, il secondo la pressione d’uscita del gas, spesso indicata con una scala in litri/minuto (L/m).
Con la saldatrice accesa e bombola aperta si da inizio alla manovra di regolazione.

Impugnare la torcia e tenere premuto il pulsante, contemporaneamente ruotare il regolatore di pressione in modo che l’indice del manometro segni una pressione di circa 0,8 bar oppure 8 L/m.
Solitamente questa quantità di gas è sufficiente a creare un cono protettivo sulla punta della torcia durante la saldatura. Tuttavia in ambienti ventosi questo cono di gas protettivo può essere deviato, dando vita a cordoni di saldatura porosi ed inconsistenti. È necessario che in tali circostanze la pressione d’uscita del gas sia superiore, in modo da formare un getto più forte e meno sensibile al vento.
regolazione pressione gas saldatura filo
L'operatore esegue la regolazione della pressione.
Il manometro di sinistra indica lo stato di carica della bombola.
Il manometro di destra indica la pressione d'uscita del gas, variabile attraverzo l'apposita manopola di regolazione.
Ultimata la regolazione e rilasciato il pulsante sulla torcia, la pressione indicata dal manometro sale. Questo valore di pressione non ha alcuna importanza, scenderà nuovamente sul valore stabilito alla pressione del pulsante torcia.

Pin It