loading

Come sturare il lavandino della cucina o del bagno: guida e prodotti specifici

Consigli e suggerimenti su come sturare il lavandino della cucina o del bagno con metodi naturali o con prodotti specifici.
Consigli e suggerimenti su come sturare il lavandino della cucina o del bagno con metodi naturali o con prodotti specifici.

Quando il nostro scarico del lavandino (che sia del bagno o della cucina) si ottura, ci sono diverse cose da poter fare prima di ricorrere alla chiamata di emergenza all’idraulico.
Spesso ci diamo subito per vinti e chiamiamo direttamente un tecnico, ma molte volte possiamo semplicemente aprire la dispensa della cucina per trovare una soluzione immediata oppure possiamo recarsi in un supermercato o ferramenta, per acquistare l’attrezzo o prodotto giusto che fa per noi, che ci aiuti a risolvere il problema facilmente e velocemente. Di seguito vedremo quali prodotti ed attrezzi esistono per sturare il lavandino, come usarli e dove acquistarli.

I rimedi per sturare il lavandino della cucina e del bagno

ventosa stura lavandini

Se ti sei già trovato a dover combattere con un lavandino otturato da residui di cibo, capelli, carta o semplicemente troppo sporco, ma non sapevi come fare per sturare il lavandino, allora questo è l’articolo che fa per te. Non temere, risolverai il problema in men che non si dica.
Cominciamo col classificare i vari tipi di prodotti facilmente reperibili al supermercato o direttamente dalla dispensa della tua cucina:

  • Bicarbonato e aceto
  • Bibite gassate
  • Soda caustica
  • Detersivi
  • Sturalavandini

Bicarbonato e Aceto

aceto-bicarbonato

Facili da trovare, semplici da usare. Bicarbonato e Aceto sono essenziali per la pulizia, per il cibo, per digerire e in questo caso anche per liberare lo scarico delle nostre tubature.

Basterà, infatti, utilizzarli insieme o separatamente per ottenere risultati sempre ottimali.

Vediamo come utilizzarli:

Solo aceto

Per prima cosa liberati dell’acqua in eccesso presente nel tuo lavandino, lascia asciugare per bene e metti a bollire sul fuoco un piccolo pentolino con un litro di aceto, appena raggiunge il bollore non ti resta che versare il liquido all’interno del tuo tubo di scarico e il gioco è fatto.
Aspetta un paio d’ore prima di far scorrere di nuovo l’acqua per avere un risultato ottimale.

Aceto insieme al bicarbonato

In alternativa, subito dopo aver fatto scivolare l’aceto, potresti versare una tazza di bicarbonato per un azione più “aggressiva”, nel caso in cui l’otturazione dovesse essere grave. Ci sarà una reazione chimica dovuta al bicarbonato, che creerà la formazione di una schiuma bianca, questo aiuterà la tubatura a liberarsi dal calcare ed a sciogliere il grasso o lo sporco, subito dopo versa un pentolino di acqua bollente ed aspetta anche qui un paio d’ore prima di poter riutilizzare il lavello.

Solo bicarbonato

Nel caso in cui non doveste avere l’aceto ma avete la massima urgenza di liberare il vostro lavandino, potete procedere con questa piccola miscela.
Prendete una tazza e versatevi al suo interno 4 cucchiai di bicarbonato con 4 cucchiai di sale, mescolate il tutto per far amalgamare bene i due composti e versateli all’ interno dello scarico, subito dopo fate scivolare anche un pentolino di acqua bollente ed aspettate che lo sporco si sciolga e scivoli via. Aspettate che si asciughi e tornare ad utilizzare il vostro lavandino con regolarità.

Bibite gassate

bibite gassate per sturare lavandini

Sappiamo tutti quanto facciano male alla salute le bibite gassate come coca-cola, fanta, gassosa e via dicendo. Però, non molti sanno che queste bevande “dannose” per la salute, sono un ottimo toccasana per i nostri lavandini otturati.
Infatti, grazie al loro potere corrosivo, causato dall’acido citrico e fosforico di cui sono composte, le bibite gassate riescono a sciogliere il grasso, lo sporco e il calcare presente all’interno delle tubature degli scarichi. Vi spiego come fare: Prendete una bottiglia da 1 litro di una qualsiasi bibita gassata e versatela direttamente dentro il lavandino del bagno o della cucina, dopo qualche minuto dovrebbe fare subito effetto, ma sarebbe meglio lasciare agire una mezz’ora, per poi versare altro liquido della bibita gassata da voi usata ed attendere qualche altro minuto.
Semplice e veloce, come non lo è mai stato.

Soda caustica

SODA CAUSTICA IN SCAGLIA

Nei casi davvero ostinati, l’utilizzo della soda caustica aiuta sicuramente a risolvere il problema.
La soda caustica è un composto solido, derivante da una base minerale forte, venduta in forma di gocce, di scaglie, in polvere, sottoforma di liquido o di piccole perline, ma la più reperibile in commercio e la più facile da usare è di certo quella in scaglie.

Prezzo Amazon: 9,88 euro 

Questo prodotto ha bisogno di precauzioni per essere maneggiato ed usato, consiglio vivamente l’utilizzo di guanti protettivi, perché non può andare in contatto con la pelle, specie con gli occhi che devono anch’essi essere coperti da un paio di occhiali protettivi. Infatti, la soda caustica, quando entra in contatto con l’acqua, diventa fortemente esotermica;  questo significa che acquista calore e può addirittura raggiungere una temperatura di 95°C, di sicuro utile per sturare le tubature dei lavandini, ma bisogna prestare massima attenzione durante l’operazione.
Quindi procediamo con il rovesciare 3 cucchiai di soda caustica all’interno del lavandino, successivamente versiamo 1 litro di acqua bollente e poi ci allontaniamo per una mezz’ora, lasciamo agire il composto e verifichiamo successivamente che le tubature si siano liberate.

Detersivi per sturare il lavandino

Un altro metodo interessante e veloce per poter sturare il lavandino della cucina o del bagno è quello dell’utilizzo di detersivi, che possono essere anche degli shampoo o balsami per capelli.

Questi prodotti infatti, sono famosi per il loro potere sgrassante, il quale rimuove sporco e grasso ostinato derivato dal cibo. Basterà riempire una tazza o un bicchiere con il prodotto che preferite, io suggerisco sempre il detersivo per i piatti che è quello più aggressivo con i residui di sporco, per poi versarlo direttamente all’interno del lavello, lasciare agire qualche minuto e, per avere un risultato migliore,  procedere con l’acqua precedentemente fatta bollire. Questi prodotti sono purtroppo nocivi per l’ambiente, quindi consiglio vivamente di utilizzarli in modo non eccessivo e soprattutto di tipo biologico biodegradabile.

Sturalavandini

Non bisogna in nessun modo sottovalutare il potere di questi piccoli attrezzi, il quale, possono essere abbinati a qualsiasi altro metodo sopraelencato, riuscendo ad essere infallibili per alcuni tipi di problemi con il vostro lavandino del bagno o della cucina. In svariati casi risulterà essere essenziale per rimuovere le otturazioni più massicce, difficili da sciogliere o da diluire. Non serve essere degli esperti per utilizzare questo attrezzo, basterà solo scegliere il migliore che fa per voi, di seguito troverete un elenco di vari tipi di sturalavandini.

I migliori prodotti  in commercio per sturare il lavandino

In commercio esistono centinaia di prodotti studiati per sturare il lavandino, qui ne abbiamo riportate alcune delle soluzioni più pratiche e risolutive il problema.

L’oggetto cult ormai icona dell’idraulica: lo Sturalavandini a ventosa

ventosa sturalavandini

I migliori per liberare le tubature da piccoli ingorghi senza spendere tanto e senza eccessivo sforzo fisico, non sono costosi e il più delle volte risolvono il problema molto velocemente, inoltre non danneggiano superfici di metallo o di porcellana. Molto semplici da utilizzare, basterà ungere la ventosa con della vasellina per far sì che aderisca bene alla superficie, successivamente si fa scorrere l’acqua all’interno del lavandino, riempiendolo, facendo attenzione nel far arrivare l’acqua ad un livello che superi l’altezza della ventosa di gomma, subito dopo si compre il secondo foro del lavandino con uno straccio bagnato e si comincia a manovrare la ventosa, posizionata a cavallo del foro di scarico. In una manciata di secondi il tubo di scarico dovrebbe liberarsi dell’ostruzione e far scorrere abbondante acqua per liberarlo del tutto.

Prezzo Amazon: 14,91 euro 

Sistemi alimentati a pressione per sturare il lavandino

Sturalavandini a pressione

I migliori per dissolvere ingorghi di particelle di cibo con uno scoppio di aria compressa. Lo Sturalavandini a pressione èmuna specie di “pistola” che consentirà, essendo collegata ad una pompa, di aumentare la pressione e di diminuirla a seconda delle necessità, così da pulire molto efficacemente lo scarico: da quello dei lavandini sino a quello del wc. Essenzialmente, una volta posizionata la ventosa, si azionerà la pompa manuale; poi, si andrà a premere il grilletto posto sull’impugnatura per far penetrare l’aria con la pressione all’interno del tubo, così da eliminare l’ostruzione presente nello stesso. Oltre allo Sturalavandini a pressione manuale, esiste anche la tipologia elettrica, che, al posto della pompa azionata a mano, vede la presenza anche di un compressore che consentirà di generare aria con maggiore velocità e potenza.
Prezzo Amazon: 18,99 euro 

Sturalavandini a molla

Sturalavandini a Molla

Questo sturalavandini è composto da un tubo a molla con la punta a spirale, la molla ha una lunghezza di circa tre metri ed è flessibile, ad un’estremità vi è una manovella e all’altra la punta. Tra i tanti attrezzi che servono a liberare le tubature da sporcizia, grasso e capelli, questo è uno di quelli che non rovina in alcun modo le tubature perché non necessitano di eccessiva forza o pressione, ad ogni modo, è consigliabile una mano esperta o comunque con un minimo di praticità per poterla usare correttamente.
Esistono vari tipi di sturalavandini a molla, che si differenziano in particolare per la lunghezza, ce ne sono da 3 metri, da 7, da 10 e persino da 30 metri. Quello più comune e più facile da usare è quello da 3 metri, composto da una manovella, la quale trascina avanti ed indietro l’ostruzione, fino al suo completo sbriciolamento.

Prezzo Amazon: 8,00 euro 

In alternativa a questi prodotti ed attrezzi, facilmente reperibili e non difficili da usare, ci sono anche altre soluzioni per poter sgorgare le tubature del tuo lavandino del bagno o della cucina.
Potresti servirti di prodotti chimici o biologici, ecco un elenco di quali poter usare:

  • Biologici
  • Enzimi
  • Chimici
  • Cristalli

Biologici

Semplici, sicuri, ma non così efficaci.

FAREN 9la001sppt Sturalavandini Biologico

FAREN 9la001sppt Sturalavandini Biologico

Contiene enzimi e elementi stabilizzatori in grado di disincrostare, pulire e sgorgare le tubature, il suo potere detergente è in grado anche di rimuovere gli odori

Prezzo Amazon: 17,69 euro 

Enzimi per sturare il lavandino

Cleaning Sticks enzima

I migliori per pulire ingorghi causati da materiale organico come unto, capelli e sapone, senza usare composti chimici tossici. Non danneggiano i sistemi settici ma possono richiedere 24 ore o più per funzionare e non hanno efficacia sui depositi minerali.

Prezzo Amazon: 11,99 euro 

Chimici

Molto pericolosi e non tutti efficaci, corrosivi e possono rovinare le superfici. Facili da usare ma richiedono mezz’ora o più per funzionare. Un’altra sorpresa, i prodotti chimici con etichette come lavori pesanti o forza professionale spesso sono meno efficaci della loro controparte normale nel pulire intasamenti creati da unto e cibo in cucine, e da sapone, dentifricio e capelli.

Cristalli per sturare il lavandino

I più efficaci tra i sistemi chimici per sturare il lavandino, ma estremamente pericolosi. Fate molta attenzione nel mescolarli. Rilasciano calore e a volte gas caustici, soprattutto su superfici in alluminio, spesso scoloriscono le superfici.

Questo denota come questi debbano essere maneggiati con cautela e, soprattutto da persone adulte. Da tutti sempre sconsigliati da usare, non solo per la loro pericolosità salutare, ma anche per il rischio biologico che si va a percorrere, infatti il rischio di inquinamento a causa di questi prodotti è molto diffuso specie negli scarichi comuni come lavandini, piatti doccia, wc o pozzi.

Come vedi esistono tantissimi modi per poter liberare le tubature del lavandino del bagno o della cucina, ma se nessuno di questi metodi dovesse essere al caso tuo, non esitare a contattare un idraulico di fiducia, il quale, con professionalità ed efficacia, risolverà sicuramente il tuo problema.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

2021-04-16 07:00:28
Link copiato negli appunti