loading

Inclinazione e orientamento dei pannelli fotovoltaici e solari termici

Per poter sfruttare al meglio l'energia elettrica prodotta dai pannelli fotovoltaici è importante conoscere due parametri: azimut ed elevazione.
Per poter sfruttare al meglio l'energia elettrica prodotta dai pannelli fotovoltaici è importante conoscere due parametri: azimut ed elevazione.

Per sfruttare a pieno le caratteristiche dei pannelli fotovoltaici e solari termici, sarebbe opportuno che essi siano esposti più perpendicolari possibile ai raggi solari. Solo per i pannelli fotovoltaici si utilizzano dei sistemi, più o meno complessi e completi, di orientamento attivo, detti inseguitori solari.

Per motivi tecnici ed economici questi sistemi sono difficilmente utilizzati in ambito domestico optando, così come per i pannelli solari termici, per una regolazione fissa.

Orientamento dei pannelli (azimut)

Un indiscutibile parametro è l’orientamento che con qualche grado di tolleranza deve essere sud (o azimut 180°). Questa esposizione garantisce lo sfruttamento dell’irraggiamento delle ore centrali della giornata, dove è concentrata gran parte dell’energia giornaliera irradiata dal sole.

Inclinazione dei pannelli (elevazione)

Una superfice inclinata di 30° è esposta alla più alta media di radiazione solare annua rispetto ad altri angoli d’inclinazione, ad una latitudine di 40°nord. Per un discorso di produttività dell’impianto, l’inclinazione di 30° è valida per i pannelli fotovoltaici, dove il dato più importante è la quantità di energia prodotta durante l’anno. Per i pannelli solari termici un’inclinazione di 30° comporta una eccessiva capacità di produrre acqua calda nei mesi estivi ed una forte criticità per i mesi più freddi.

Per questi un inclinazione di 60° (sempre considerando l’ubicazione a latitudine di 40°nord) mira ad una ottimizzazione della produzione d’acqua calda in primavera-autunno e ad una buona esposizione durante l’inverno. Con questa inclinazione si trascura la produzione d’acqua calda nella stagione estiva, ma si deve valutare che in questo periodo si può contare su una temperatura ambiente e temperatura dell’acqua in ingresso più alte e alla maggiore durata dell’insolazione.

inclinazione sole e inclinazione pannello solare
Il disegno rappresenta, se pur schematicamente, l’inclinazione del pannello solare termico rispetto al piano di terra. Considerando i due punti di massima e minima incidenza del sole rispetto a terra, risulta evidente che il pannello espone al sole la sua massima superfice nei mesi freddi, mostrando invece un profilo ridotto nel periodo più caldo.

Bisogna sottolineare che per ottenere ottimi risultati con questo grado d’inclinazione è necessario che il pannello e il bollitore siano di ottima qualità.  Riepilogando, come regola generale l’inclinazione dei pannelli fotovoltaici rispetto al piano di terra, può essere calcolata sottraendo dieci gradi dalla latitudine del luogo, mentre per i pannelli solari termici bisogna aggiungerne 15÷20 gradi.

Su Amazon sono disponibili LED da esterno a luce solare, come questo della Ousfot.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

2010-09-12 11:47:01
Link copiato negli appunti