loading

Superbonus 110%: è boom di nuovi cantieri

Tutti i numeri del Superbonus 110%: è boom di nuovi cantieri da inizio anno, aumenta anche l'importo speso, soprattutto dai privati.
Tutti i numeri del Superbonus 110%: è boom di nuovi cantieri da inizio anno, aumenta anche l'importo speso, soprattutto dai privati.

Il Superbonus 110% fa certamente molto gola agli italiani che, grazie a questa misura introdotta nel 2020 con il Decreto Rilancio emanato per fronteggiare l’emergenza Covid-19, possono effettuare interventi di efficientamento energetico e antisismici se non gratuitamente sicuramente con costi decisamente ridotti.

A confermare il grande interesse suscitato dal Superbonus 110% ci sono i dati. Vediamoli in dettaglio.

Il Superbonus 110% in numeri

Dopo un inizio difficile, dovuto principalmente all’attesa dei decreti attuativi, ai tanti dubbi iniziali e al necessario periodo di assestamento, grazie a questo incentivo, da gennaio, ogni mese, si è assistito ad un raddoppio dei cantieri certificati da ENEA, arrivando al +410%, per un +360% in termini di valore.

Il Superbonus 110% ha fatto registrare, secondo quanto rilevato dal monitoraggio ENEA-MiSE, nel solo mese di marzo una crescita del +200% rispetto a febbraio e nell’ultima settimana di marzo gli interventi che hanno raggiunto almeno il 30% dei lavori sono passati da 7.709 a 9.207 (+19,4%) e gli importi da 878 milioni a 1.090 milioni (+24,1%).

Tanti i privati che accedono in via autonoma alla detrazione IRPEF maggiorata al 110%: solo il 9% degli interventi riguarda i condomini, anche se i lavori effettuati sulle parti comuni degli edifici rappresentano il 32% dell’importo totale delle spese effettuate con riferimento al Superbonus 110%:

  • per i condomini l’importo medio speso ammonta a 464mila euro;
  • per le singole abitazioni a 80mila euro.

A livello territoriale i dati variano leggermente, a seconda che si vada a vedere il numero o il valore dei cantieri. In generale è nel Veneto (al primo posto per numero di cantieri), in Lombardia (in cima alla lista per ammontare economico) e in Emilia-Romagna che si concentra il maggior numero degli interventi (ben un terzo). Molto attive anche le Regioni del sud, prime fra tutte la Campania e la Calabria.

Ma a trarre beneficio dal Superbonus 110% non sono solo le imprese edili e i contribuenti italiani: secondo l’ENEA questa svolta green, una volta che i lavori saranno arrivati a compimento, porterà un beneficio in termini di risparmio energetico pari a 166mila Megawattora.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

2021-04-09 07:11:07
Link copiato negli appunti