Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Pin It

schema collettore solare scambio termico direttoI panneli solari per produzione d'acqua calda si differenziano per i sistemi di circolazione e scambio termico. Il sistema utilizzato per la circolazione, ossia il modo con il quale il liquido si sposta tra collettore e boiler, può essere di tipo naturale o forzato.

Il sistema di scambio termico, ossia il modo con cui il calore viene trasferito all'acqua contenuta nel boiler, può essere diretto o indiretto.

Circolazione naturale.
Il liquido scaldato dal collettore, per convezione, circola in modo naturale. Di fondamentale importanza è la posizione del boiler che deve necessariamente essere posizionato più in alto del collettore. In alcuni sistemi per motivi estetici il boiler è montato dietro il pannello o a pari livello. Questa configurazione necessita di una valvola speciale che impedisce l'inverzione di flusso e il conseguente raffreddamento dell'acqua durante la notte.

Circolazione forzata
Nei medi e grandi impianti per motivi pratici ed estetici si sceglie di collocare il boiler distante dal collettore. In questi casi per fare circolare il liquido tra collettore e boiler si utilizza un circolatore (piccola pompa elettrica), corredata di sonde di temperatura, valvole e centralina di comando.

Scambio termico indiretto.
Il liquido detto clicole, circola in un circuito chiuso separato formato dal collettore e da una intercapedine o serpentina all'interno del boiler. Questo liquido è il mezzo con cui viene trasferito il calore dal collettore all'acqua contenuta nel boiler.

Scambio termico diretto.
Il liquido, in questo caso acqua, contenuta e scaldata dal collettore è il mezzo con il quale si trasferisce il calore all'interno del boiler ed è la stessa acqua da esso contenuta.

Per chiarezza, possiamo avere sistemi di pannelli solari:
a circolazione naturale con scambio termico diretto
a circolazione naturale con scambio termico indiretto
a circolazione forzata con scambio termico diretto
a circolazione forzata con scambio termico indiretto

I sistemi a circolazione naturale con scambio termico diretto sono i più economici. Se ne sconsiglia l'utilizzo in luoghi a rischio gelo, (l'acqua potrebbe gelare all'interno del colletore e danneggiarlo) o con acque particolarmente dure (il calcare potrebbe depositarsi nel collettore fino ad ostruirlo).

Più costosi ma privi di controindicazioni di rilievo sono i sistemi a circolazione naturale con scambio termico indiretto.

I sistemi a circolazione forzata si realizzano solitamente per medi e grandi impianti e sono spesso integrati con altri sistemi di riscaldamento ad accumulo per sopperire ai periodi di scarso irraggiamento.

Pin It