loading

Bonus mobili e grandi elettrodomestici anche con finanziamento a rate

Il bonus mobili, la detrazione fiscale al 50% è ammessa anche se i beni mobili e grandi elettrodomestici sono acquistati con un finanziamento a rate.
Il bonus mobili, la detrazione fiscale al 50% è ammessa anche se i beni mobili e grandi elettrodomestici sono acquistati con un finanziamento a rate.

Il bonus mobili, la detrazione fiscale connessa alla ristrutturazione edilizia, si può avere anche per l’acquisto di mobili nuovi e grandi elettrodomestici pagati accendendo un finanziamento.

Bonus mobili 2021: in cosa consiste

Il bonus mobili è la detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. L’agevolazione è stata prorogata anche per gli acquisti che si effettuano nel 2021, ma può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2020. Per gli acquisti effettuati nel 2020, invece, è possibile fruire della detrazione solo se l’intervento di ristrutturazione è iniziato in data non anteriore al 1° gennaio 2019.

Come ottenere il bonus mobili: cosa accade in caso di finanziamento

Per avere l’agevolazione è indispensabile, quindi, realizzare una ristrutturazione edilizia, sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni di edifici, sempre residenziali.  La detrazione si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi persone fisiche) e spetta unicamente al contribuente che usufruisce della detrazione per le spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio.

Il bonus mobili spetta per l’acquisto di mobili nuovi elettrodomestici nuovi per esempio: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), come rilevabile dall’etichetta energetica. Tra questi rientrano per esempio: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga e asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Per avere il bonus mobili occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito, mentre non è consentito, invece, pagare con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

La detrazione è ammessa anche se i beni sono acquistati con un finanziamento a rate, a condizione che la società che eroga il finanziamento paghi il corrispettivo con le stesse modalità prima indicate e il contribuente abbia una copia della ricevuta del pagamento.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

2021-05-10 07:43:15
Link copiato negli appunti