loading

Cambiare colore al pavimento o al parquet: guida e vernici

Guida a come cambiare colore al pavimento: dal tipo di pavimento, alla scelta della vernice, fino a consigli specifici per parquet.
Guida a come cambiare colore al pavimento: dal tipo di pavimento, alla scelta della vernice, fino a consigli specifici per parquet.

Quando si decide di rinnovare la propria abitazione, o comunque anche più semplicemente solo l’aspetto di una stanza, subito vengono in mente due dettagli: il colore dei muri e il pavimento. Nella maggior parte dei casi, almeno per il secondo dei due, si preferisce rimuovere quello presente in modo che si installi totalmente da capo, magari con uno stile completamente diverso. Tuttavia, fare ciò comporta un lavoro davvero intenso e costoso, che  in realtà potrebbe tranquillamente essere evitato. Esiste infatti un’alternativa, ovvero quella di cambiare colore al pavimento o al parquet attraverso l’utilizzo di vernici e accessori particolari.

In questa guida andremo ovviamente ad analizzare il suddetto processo, differenziando tutte le varie vernici perfette per i diversi tipi di pavimenti e proponendo anche alcuni prodotti, accessori e consigli utili per procedere senza grosse difficoltà. In linea generale infatti, si tratta di un processo realizzabile in completa autonomia, ma nel caso in cui non vi sentiate sicuri e vogliate ottenere un risultato perfetto, allora vi consigliamo di richiedere l’aiuto di esperti del settore. Come scoprirete alla fine della guida però, non ce ne sarà assolutamente bisogno.

Perché cambiare colore al pavimento

Perché cambiare colore al pavimento

Prima di addentrarci nella guida però, cerchiamo di rispondere ad una semplice domanda che effettivamente sta alla base di tutto: perché cambiare colore al pavimento? In realtà le risposte sono diverse e tutte vi convinceranno a procedere su questa strada.

Innanzitutto, si tratta di una operazione assolutamente molto rapida nel processo. Rimuovere e installare da zero un pavimento richiede infatti tanto tempo e tanto lavoro, mentre per rinnovare quello già presente coprendolo con della vernice ad-hoc sarà sufficiente una giornata di impegno (a seconda ovviamente dell’area da coprire). Certo, la base rimarrà sempre invariata, ma vi possiamo assicurare che, a volte, anche solo cambiare il colore può fare la differenza.

E proprio il colore è un altro interessante dettaglio da considerare. Come sicuramente saprete infatti, esistono tonalità che riescono a portare più luce all’interno di una stanza, mentre altri tendono quasi a farla sentire più   cupa e piccola. Il semplice cambio di colore potrà quindi modificare la percezione dello spazio che si ha della camera, rinnovandola e trasformandola in un’area totalmente diversa da quella precedente.

Come non parlare poi della questione economica. Siamo sicuri che in molti di voi stiano ancora adesso pensando di cambiare colore al pavimento anche solo per risparmiare su tutti i costi di ristrutturazione. Ed effettivamente è  un ottimo punto su cui ragionare. Come giù accennato in precedenza infatti, tutte le operazioni di verniciatura potranno essere eseguite personalmente e solo con l’aiuto di pochissimi accessori, oltre alla vernice ovviamente. Potenzialmente quindi, si andranno a risparmiare tutti i costi per il lavoro di rimozione e installazione e per l’acquisto del nuovo pavimento.

Infine, da non sottovalutare anche il fattore protezione. Aggiungere uno strato di vernice sui propri pavimenti significa anche proteggerli in maniera più adeguata. Qualsiasi imperfezione della stessa vernice potrà infatti essere coperta e sistemata in pochissimo tempo, senza la paura che vada direttamente ad intaccare il pavimento alla base di tutto. In aggiunta, la vernice renderà i pavimenti anche più semplici e rapidi da pulire.

Quale vernice scegliere per cambiare colore al pavimento

Perché cambiare colore al pavimento

Se la nostra lista dei perché vi ha convinto a sufficienza, siamo certi che siate alla ricerca di più informazioni utili per completare il processo di verniciatura. Una delle più importanti ovviamente, anzi, forse proprio la più importante, è: quale vernice scegliere per cambiare colore al pavimento? Sapete benissimo infatti che non esiste un solo materiale utilizzato per la creazione delle piastrelle e che ognuno di questi dispone di proprietà diverse dagli altri. Cerchiamo quindi di capire quale tipologia di vernice acquistare per i pavimenti più comuni.

Vernici per pavimenti in marmo

Partiamo quindi subito con il marmo. Per quanto quest’ultimo possa sembrare un materiale difficile da coprire, non è assolutamente così, anzi, il suo comportamento è molto simile a quello del legno. In sostanza quindi, l’unico vero accorgimento da fare sarà quello di acquistare una vernice adatta al marmo (basta chiedere al commerciante e saprà sicuramente quale scegliere), preferibilmente opaca (così da conservare comunque le sfumature di base della materia) e della quantità giusta. In linea di massima, consigliamo di acquistare circa 10 chili di vernice per ogni 50 metri quadrati da ricoprire.

Vernici per pavimenti in resina

La resina invece, ha una resistenza diversa alle vernici e per questo motivo consigliamo l’utilizzo di particolari smalti “a due componenti”. Anche in questo caso, qualora non siate molto esperti, vi sarà forse difficile trovarli personalmente e per questo motivo, per evitare perdite di tempo e possibili errori, consigliamo di chiedere direttamente agli addetti alle vendite di negozi specializzati. Questi smalti a due componenti andranno quindi a proteggere l’area verniciata attraverso la creazione di tre strati differenti: uno più duro alla base, uno un pò più liscio e poi un più durevole nel tempo nella parte più esterna. Ovviamente il colore potrà essere scelto in completa autonomia, poiché le tonalità tra cui scegliere sono tantissime.

Vernici per pavimenti in cemento

I pavimenti in cemento vengono spesso utilizzati all’interno delle aree industriali o dei magazzini, dove il rischio di danneggiamento è sicurante più elevato. Proprio per questo motivo, non solo è necessario acquistare una tipologia di vernice adatta alla materia, ma anche in grado di resistere maggiormente agli urti o altre problematiche simili. La risposta migliore in questi casi è la vernice epossidica bicomponenente. Si tratta di una tipologia di vernice particolare e forse più costosa rispetto alle altre, ma sarà anche quella più resistente e dalla resa finale migliore. Anche in questo caso quindi, consigliamo di chiedere l’aiuto di un esperto almeno per la scelta della vernice.

Vernici per garage o pavimenti esterni

Per verniciare garage e pavimenti esterni invece, bisognerà tenere in considerazione diversi fattori: la resistenza ai potenti raggi del sole, la resistenza al passaggio degli pneumatici delle auto, la resistenza ai graffi e agli urti e soprattutto la resistenza alla pioggia o comunque ai continui sbalzi di temperatura.

In linea generale, tutte le vernici tengono in considerazione le suddette problematiche, proponendo quindi una resistenza pressoché completa. Tuttavia, è ovvio che alcune riescono a farlo meglio di altre. Qualora l’area esterna sia infatti adatta al passaggio delle auto, è molto probabile che uno smalto per spartitraffico potrebbe rivelarsi molto utile, ma ovviamente la situazione cambia nel caso in cui il materiale del pavimento sia diverso dal momento. In definitiva, consigliamo di fare più riferimento alla tipologia di pavimento da coprire e non fatto che questo si trovi all’esterno dell’abitazione.

Cambiare colore al parquet: prodotti e consigli

Cambiare colore al parquet: prodotti e consigli

Per quanto riguarda il parquet invece, consigliamo l’utilizzo del vetrificatore, ovvero una speciale tipologia di vernice da utilizzare principalmente proprio sul parquet e sul legno. Questo tende infatti a creare una sorta di strato protettivo, perfetto per evitare quei fastidiosi graffi che molto spesso si formano su pavimenti di questo tipo.

Dopo aver scelto la vernice migliore per il proprio pavimento, si potrà passare all’effettiva installazione. Prima di farlo però, consigliamo di fare attenzione ai seguenti pochi e semplici consigli che faranno sicuramente la differenza.

Prima di tutto è necessario chiarire che ogni tipologia di vernice ha un processo di installazione diverso. Alcune infatti richiedono solo uno strato, altre invece almeno due. Alcune richiedono dei particolari tempi di riposo, mentre altre si asciugano in pochissimo tempo. Tutte queste informazioni sono ovviamente fornite sul barattolo di vendita, perciò sarà possibile affidarsi a quello. Inoltre, prima di iniziare, consigliamo di lavare e pulire bene il pavimento, cercando di evitare il più possibile l’accumularsi della polvere.

Per quanto riguarda invece i prodotti necessari per procedere, questi saranno: o un pennello, nel caso in cui l’area da dipingere sia ridotta, oppure un rullo, qualora l’area risulti essere più ampia. Entrambe le tipologie di tool sono tranquillamente disponibili su Amazon. Per la prima, consigliamo il set da 3 pennelli di WoldoClean disponibile a , mentre per la seconda il kit di RIGO a .

La scelta delle finiture delle vernici per pavimento

Per quanto riguarda invece le finiture, la scelta da fare sarà su due categorie: vernice lucida o vernice opaca. Consigliamo la prima delle due su ambienti esterni, poiché più semplice da lavare, ma anche meno precisa. Inoltre, quest’ultima tende anche a riflettere molto la luce, cosa che potrebbe accentuare i colori utilizzati sul pavimento. La seconda è invece più adatta alle zone interne, in quanto riesce a nascondere di più le imperfezioni, ma è anche quella più difficile da pulire. Questa tende infatti ad attirare molto lo sporco, cosa da evitare assolutamente negli ambienti esterni. I nostri sono però ovviamente solo consiglio, perciò starà a voi decidere quale utilizzare.

Accessori utili per verniciare i pavimenti

Cambiare colore al parquet: prodotti e consigli

A questo punto, possiamo tranquillamente sbilanciarci nell’elencare alcuni accessori molto utili da utilizzare durante le fasi di verniciatura. Prima di tutto quindi, bisogna pensare alla protezione personale. Su Amazon sono presenti diverse tutte da imbianchino, ma noi consigliamo quella di DuPont, comoda e allo stesso tempo sufficientemente economica: solo 8,00 euro. La protezione deve però valere anche per il viso. Oltre alla classica mascherina quindi, consigliamo anche l’utilizzo di occhiali protettivi, disponibili anch’essi su Amazon a 9,59 euro.

Per quanto riguarda invece la protezione dell’ambiente, ci limitiamo a riportare due accessori molto utili: Il telo copritutto per mobili e pareti (disponibile su Amazon a 3,99 euro) e il nastro adesivo in carta per coprire le prese di corrente (disponibile su Amazon a 12,35 euro).

Conclusioni

E con gli accessori utili per cambiare colore al pavimento chiudiamo la nostra guida approfondita, in cui speriamo di aver risolto tutti i vostri dubbi in merito. Come già accennato in precedenza, il processo di verniciatura è sicuramente molto semplice e rapido, ma nel caso in cui non vi sentiate sicuri, consigliamo di fare affidamento ad esperti del settore. A questo punto non resta quindi che scegliere il vostro colore preferito e iniziare subito a darsi da fare per dare nuova vita al vostro pavimento.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

2022-07-04 13:43:01
Link copiato negli appunti