loading

Pittura effetto pietra spaccata (fai da te): prezzi e colori

Guida alla pittura effetto pietra spaccata (fai da te): cos'è, come applicarla, colori, prezzi e prodotti di riferimento per muri e pareti.
Guida alla pittura effetto pietra spaccata (fai da te): cos'è, come applicarla, colori, prezzi e prodotti di riferimento per muri e pareti.

Tra le tendenze emerse negli ultimi anni nell’ambito interior design (ma in taluni casi anche nell’outdoor decoration) c’è senz’altro la realizzazione e l’utilizzo della pittura effetto pietra spaccata. Il nome del prodotto deriva proprio dalla particolare suggestione che regala, ossia il richiamo alle venature della pietra.

In questo articolo chiariremo cos’è questo particolare tipo di pittura, in che modo applicarla e andremo a svelare curiosità su prodotti, prezzi e colori, ma anche i vantaggi che dona e quando conviene applicarla.

Di certo questa vernice ha la capacità di donare agli ambienti in cui viene utilizzata uno straordinario effetto wow che sorprenderà gli ospiti.

Cos’è la pittura effetto pietra spaccata

Così come abbiamo già spiegato in apertura, la pittura pietra spaccata richiama la conformazione della pietra, con le sue screziature e le sue curve. L’effetto è sorprendente perché una parete in pietra spaccata darà l’impressione di uno spazio più profondo, presentandosi così come una soluzione conveniente sia dal punto di vista estetico che funzionale.

Ma quando è stata introdotta per la prima volta? È dal 2012 che si parla di pittura effetto pietra per merito di Giorgio Graesan, che in quell’anno lanciò un prodotto a base di calci, polveri di marmo e minerali naturali che entrò a far parte della linea Segui il tuo istinto (con cui, fra l’altro, è possibile creare anche effetti come Pietra Levigata, Pietra Vissuta, Pietra Intagliata, Cemento Naturale, Pietra Zen, Bamboo e Pietra Contemporanea).

Da allora il successo si è moltiplicato e oggi può essere notata in tantissimi ambienti in cui spicca per stile ed eleganza. Ecco quando conviene utilizzarla.

Quando sceglierla: i vantaggi

La pittura in effetto pietra spaccata ha tantissimi vantaggi, a partire dalle diverse nuance in cui può essere realizzata: anche per questo si adatta a diversi ambienti. Ma ecco le sue proprietà principali:

  • versatilità: iniziamo da quella più immediata. Come detto, questa vernice è adattabile a molti ambienti. Non sono pochi coloro che l’hanno utilizzata anche per le piastrelle grazie all’utilizzo di aggrappanti specifici
  • traspirabilità: si tratta di una vernice traspirante e permeabile grazie a grassello di calce, polvere di malta e minerali. Questa caratteristica è importante perché permette, ad esempio, al vapore acqueo di non restare intrappolato all’interno dei muri, così da non causare la formazione di umidità e tutte le sue conseguenze nel medio e lungo periodo (a questo proposito consigliamo di leggere il nostro articolo su come rimediare alle infiltrazioni d’acqua).
  • morbidezza: la vernice in pietra spaccata è morbida e facilmente lavabile. Va da sé che alcune nuance più scure hanno il dono naturale di nascondere bene gli aloni
  • resistenza: difficilmente attaccabile dalle temute muffe e da pericolosi batteri, soprattutto se vengono utilizzati additivi e prodotti giusti. In tal senso rimandiamo ai prossimi paragrafi

Per quali ambienti utilizzare la pietra spaccata

La vernice in pietra spaccata può essere utilizzata in ambienti diversi, soprattutto in bagni e cucine grazie proprio alla sua traspirabilità. La sua versatilità, però, ne permette l’applicazione anche in salotti, anticamere e camere, a cui conferisce classe e eleganza.

Come applicare la pittura effetto pietra spaccata

L’applicazione del prodotto firmato Graesan and friends prevede una sola mano, una gestualità morbida e, soprattutto, tanta sapienza artistica per ricreare l’effetto pietra spaccata. Prima dell’applicazione, oltre a un primer fissativo, è strettamente consigliato l’utilizzo di additivi che evitino la formazione di muffe. Il prodotto è molto morbido e consente, grazie a una spatola, una facile livellazione (I consumi vanno da circa 1,5 a 2 chili per metro quadro).

Una volta terminata la lavorazione della parete occorre passare al disegno, da effettuare con un tampone. L’importante, in questa fase, è lavorare con tampone obliquo, così da effettuare un segno netto: l’obiettivo è quello di imitare le vene della pietra.

Ora bisogna lasciare asciugare la parete per poi passare a rifinire il disegno con schiacciature laddove la parete è più liscia. Lasciare che il muro si asciughi ancora una volta, dopodiché sarà possibile passare a un’ultima lucidatura e a finiture tramite prodotti ad hoc.

Al momento della lucidatura è possibile aiutarsi con uno spruzzino e della semplice acqua per migliorare l’effetto.

La casa produttrice della vernice raccomanda di non diluire il prodotto con acqua. La parete raggiunge un’asciugatura totale dopo 28 giorni.

Il fai da te è possibile?

La risposta a questa domanda è duplice. Realizzare una parete con effetto pietra spaccata è qualcosa di differente rispetto alla lavorazione con una vernice normale. Per cui essere esperti di primer, additivi, vernici e cere può non bastare.

Per ricreare un effetto pietra spaccata perfetto, o comunque accettabile se ci si accontenta, serve avere una certa predisposizione artistica.

Insomma, se non si è certi di essere in grado di compiere un buon lavoro, meglio lasciar perdere perché i risultati potrebbero essere disastrosi, con le conseguenze del caso e pregiudicare così la resa dell’intero ambiente. Affidarsi a un professionista, in questo caso, è la scelta più saggia: di certo non si tratta di una lavorazione adatta a principianti. Anzi.

Pittura pietra spaccata: i prodotti di riferimento

Chi si sente pronto per una pittura in pietra spaccata praticata con il fai da te deve necessariamente  affidarsi a prodotti di prima scelta. Andiamo a presentare, quindi, alcuni prodotti utili nella realizzazione di una parete con questo effetto. Diamo uno sguardo, in particolare a.

  • Primer
  • Stucco
  • Vernice
  • Cere

Primus

Primus è un prodotto specifico per la preparazione di pareti da decorare. Si tratta di un fondo fissativo formulato per fare da base a stucchi e pitture Graesan ed è adatto per preparare superfici lisce. Consigli: applicare con rullo a pelo corto. Aumenta la facilità di applicazione delle pitture

Primus è acquistabile su Amazon a 37,80 euro

primus

 

Stucco classico Graesan

Lo stucco classico griffato Graesan ha caratteristiche che ne fanno un prodotto lucido, naturale, a lunga stagionatura, ma soprattutto di grande qualità. Lo stucco classico Graesan nasce dalla cultura Veneziana nel tradizionale settore degli stucchi lucidi. Traspirante, resiste all’aggressione alcalina ed è inoltre un ottimo antimuffa e battericida.

Lo Stucco classico Graesan è acquistabile su Amazon a 108,90 euro

stucco

Segui il tuo istinto

Tra i prodotti di riferimento per la realizzazione di una vernice con effetto pietra spaccata non poteva mancare, ovviamente, “Segui il tuo istinto“, la pittura fresca che ha dato il La a una vera e propria tendenza del settore. Si tratta di una vernice morbida e che è facile livellare e di assoluta eccellenza.

Segui il tuo istinto è acquistabile su Amazon a 101,00 euro

effetto pietra spaccata

Finem Cera Del Vecchio

Finem Cera Del Vecchio è ideale per le rifiniture e decorare quindi una parete con l’effetto di una pietra spaccata a regola d’arte.

Finem Cera Del Vecchio è disponibile su Amazon a 19,80 euro

cera per pittura

Spugna per decorazione

Abbiamo in precedenza parlato della necessità, una volta terminata la verniciatura, di tamponare la parete per la realizzazione del disegno. Una operazione delicata che se non effettuata al meglio rischia di compromettere l’intero lavoro. Per questo consigliamo l’utilizzo di una spugna ad hoc, come la spugna per decorativi di Giorgio Graesan.

La spugna per decorazione Giorgio Graesan è disponibile su Amazon a 4,00 euro

pittura effetto pietra spaccata

Pietra spaccata: i colori

L’effetto pietra spaccata grigio è senz’altro il più utilizzato, ma non è il solo. A seconda di conformazione degli ambienti, luci esterne e interne e gusti personali, questa vernice può essere applicata in tonalità varie. Tra quelle suggerite spesso dagli esperti del settore ci sono:

  • tortora (un colore vicino al marrone)
  • nero (un grande classico)
  • bianco
  • oro
  • blu

È bene sottolineare ancora come la scelta deve essere ponderata in base a vari fattori. Dalle luci allo stile dell’arredamento, passando per inclinazioni personali. Ovviamente in gioco c’è anche la tipologia di ambiente. La pietra spaccata si adatta ad abitazioni così come a uffici: così, lo studio di un professionista, tendenzialmente, si adatta a nuance più sobrie.

È vero comunque che è possibile giocare con una ampissima gamma di colori e sfumature. Insomma c’è l’imbarazzo della scelta e l’unico limite è quello data dalla creatività e dai gusti di ciascuno: il prodotto firmato Giorgio Graesan mette a disposizione una palette composta da ben 150 colori.

I prezzi

Quanto costa realizzare una parete in pietra spaccata? I costi dipendono soprattutto dalla tipologia di colore scelta e, come è facile immaginare, variano da professionista a professionista. Ad ogni modo, inseriamo un prezzario utile a farsi un’idea praticati in media sul mercato dopo aver incrociato varie offerte on line e non solo.

  • Pittura senza colorante: 40/45 Euro al metro quadro
  • Nuance chiare: 50/55 Euro al metro quadro
  • Nuance scure: 60/65 Euro al metro quadro

I prezzi si riferiscono all’applicazione di vernice pietra spaccata e cera.

Considerazioni conclusive

La pittura in pietra spaccata è senz’altro garanzia di eccellenza. Grazie alla sua traspirabilità (che mantiene anche a distanza di anni dall’applicazione) è specifica per ambienti come zona doccia e cucina, ma nulla impedisce di utilizzarla anche in altre zone dell’abitazione. Non di rado è presente, ad esempio, in zona camino o in un soggiorno.

Coloro che si staranno chiedendo qual è lo spazio più adatto alla sua applicazione non hanno che l’imbarazzo della scelta. Ambienti dallo stile contemporaneo, ma anche tradizionale; spazi lavorativi o dedicati al relax.

Sottolineiamo, inoltre che, benché si possa pensare il contrario, questa pittura non è composta da resina, ma da materiali come minerali naturali, calce e polveri di marmo in varia grandezza.

E il fai da te? Abbiamo già risposto a questa domanda, ma è meglio ribadire il concetto. La vernice in questione è un prodotto speciale, non adatto alla manodopera di chiunque, benché si abbia una buona dimestichezza con stucchi e pitture. Bene dunque ricordare che se non si è certi di fare un buon lavoro conviene passare la spatola a un professionista.

Domande frequenti sulla pittura effetto pietra spaccata

Concludiamo questa guida rispondendo ad alcune fra le domande più frequenti sulla pittura effetto pietra spaccata, molte delle quali si riferiscono a prezzi e materiali da utilizzare per il fai da te.

Quanto costa fare una parete in pietra spaccata?

Il fai da te prevede l’acquisto (almeno) di un fondo fissativo, della vernice e di una cera per la finitura delle decorazioni. Il fondo fissativo da 5 litri della linea Graesan ha un costo di poco superiore ai 40 Euro, mentre la confezione di vernice da 24 litri è di poco superiore ai 100 euro. Un litro di cera può essere acquistata a  circa 20 euro.  Ricordiamo che per ogni metro quadro occorrono in media da 1,5 a 2 kg di vernice.

Affidarsi a un professionista, come abbiamo visto poc’anzi prevede costi che vanno dai 40 ai 65 euro al metro quadro, a seconda se la scelta cade su pittura senza colorante, pittura chiara o scura.

Come ottenere l’effetto pietra spaccata?

L’effetto pietra spaccata si ottiene tramite l’utilizzo di prodotti specifici (che abbiamo illustrato nel corso dei vari paragrafi) e la sapiente tamponatura della vernice, una volta che la parete è asciugata e la sua lucidatura. Per completare l’opera servirà munirsi inoltre di una cera, così da rifinire il lavoro in maniera perfetta.

Cosa serve per fare la pietra spaccata

L’effetto pietra spaccata è una invenzione del gruppo Giorgio Graesan and Friends. Per realizzarlo occorre servirsi di un prodotto specifico per preparare la parete a ricevere una vernice decorativa (Viene consigliato in questo senso l’utilizzo di primus); successivamente, se lo si desidera, è possibile miscelare i colori con quelli consigliati nel campionario, dopo il passaggio della prima mano servirà tamponare la parete, infine servirà una cera. In sintesi i prodotti che non possono mancare sono:

  • applicativo
  • vernice
  • cera

Quanto costa la pietra spaccata al metro quadro?

Sul mercato si trovano offerte che partono da 40 metri al metro quadro per vernici senza colorazione. Ipotizzando un soggiorno da 15 metri quadri e una vernice in pietra spaccata di colore grigio (la nuance più popolare) è possibile prevedere un costo di circa 750 euro.

Certo, è possibile risparmiare con il fai da te, ma, come più volte ribadito, trattandosi di una pittura speciale è meglio non correre rischi e affidarsi a mani esperte.

 

 

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

2022-05-27 08:11:46
Link copiato negli appunti