Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 
Pin It

concimare irrigare innaffiareIn inverno non è necessario annaffiare il prato, grazie all'umidità presente nell'aria e alla scarsa evaporazione del terreno. Cominciate ad innaffiare in primavera, quando vedete che il terreno inizia ad avere un aspetto asciutto.

Il periodo critico nel quale l'acqua non deve mai mancare è da giugno a settembre.

In questi mesi, secondo l'esposizione del prato (al sole o all'ombra) potrebbero essere necessarie anche due o tre annaffiature al giorno. Se effettuate le annaffiature a mano abbiate cura nel vaporizzare l'acqua, eviterete la formazione di solchi.

Le concimazioni.
Febbraio marzo: Usate un concime ternario bilanciato con micro-elementi, fornirà al prato tutte le sostanze per lo sprint primaverile.

Aprile-maggio e Settembre: Queste due concimazioni si effettuano con un concime specifico per prati, contenente un'alta percentuale di azoto, che accentua il colore verde del prato.

Per la Dichondra.
Esiste un concime specifico. E' inoltre importante una o due volte all'anno aerare il terreno con delle scarpe chiodate, o in caso di giardini molto grandi con un'apposita macchina a motore.
Vi ricordiamo che una concimazione all'anno è sufficiente.
Dopo ogni tipo di concimazione annaffiare abbondantemente.

Pin It