loading

Orto verticale (fai da te): in casa, su balconi o terrazzi

Come fare un orto verticale in casa (balcone o terrazzo): struttura, possibili configurazioni, cosa coltivare e prodotti migliori.
Come fare un orto verticale in casa (balcone o terrazzo): struttura, possibili configurazioni, cosa coltivare e prodotti migliori.

La realizzazione di un orto richiede davvero tantissima passione, pazienza e anche di un ampia area di lavoro. Chiunque è ormai abituato a pensare che per avviare un’attività di agricoltura, anche semplice come hobby, richieda per forza di cose un giardino, o comunque un’area ricca di terra da coltivare, ma non è del tutto vero. Ad oggi infatti, il cosiddetto orto verticale sta prendendo sempre più piede, grazie soprattutto all’enorme flessibilità nella creazione e il poco spazio richiesto. In questo articolo andremo quindi a scoprire tutti i trucchi e gli accessori utili per generare un vero e proprio orto verticale fai da te, sfruttando tutti gli elementi più “popolari” del settore, come ad esempio il pallet, delle bottiglie o anche semplicemente delle grondaie o scaffali. Gli argomenti di cui parlare saranno davvero tanti, perciò non perdiamoci in chiacchiere, attrezziamoci degli strumenti da giardino adatti e iniziamo.

Cos’è un orto verticale e i vantaggi

Prima di tutto però, cosa è realmente un orto verticale? Come ampiamente anticipato dallo stesso nome, si tratta di un vero e proprio orto, disposto però in verticale sulle pareti anziché orizzontalmente. In sostanza, si tratta di un’area agricola che si sviluppa in altezza anziché larghezza, portando con se tantissimi vantaggi interessanti. Uno fra tutti, ovviamente, risiede nel suo poco ingombro. Un orto verticale a pallet, a bottiglie o a grondaie, va infatti ad occupare pochissimo spazio, in quanto, nella maggior parte dei casi, viene poggiato su pareti già presenti, evitando così di rubare spazio inutile all’interno di un qualsiasi luogo.

Un altro vantaggio è dato dalla sua flessibilità e libertà di movimento. Come immaginerete, un orto di questo tipo può tranquillamente trovare posto anche su un semplice balcone o su un terrazzo, senza però mai dover necessariamente avere una postazione fissa. Se assemblato con oggetti mobili infatti, questo può tranquillamente essere spostato da un luogo all’altro senza alcun tipo di problema.

Infine, da non sottovalutare, è anche il comparto estetico di un orto verticale fai da te. Come vedremo fra qualche istante infatti, sono tantissimi i modi per generare una parete agricola di questo tipo. Non esiste una regola unica per creare un orto verticale, ma soltanto tanta fantasia nell’assemblare tutti gli elementi necessari per dar vita alle piante coltivate.

Come fare un orto verticale in casa

Arrivati a questo punto, vediamo qualche consiglio di base, utile per dar vita ad un orto in verticale. Ricordiamo però sempre che non si tratta di leggi uniche da seguire, in quanto la fantasia e la libertà di creare qualcosa di unico possono essere espresse in questo caso più che mai.

Orto verticale con pallet

Orto verticale con pallet

 

L’orto verticale in pallet è probabilmente il più semplice e immediato da generare e per questo motivo, anche molto popolare. Costruirne uno è semplicissimo e alla portata di tutti. Sarà infatti sufficiente dotarsi di un bancale in legno (quelli classici utilizzati anche nei supermercati per organizzare la merce in magazzino), rivestirlo con un telo traspirante ideale per il giardinaggio, bloccare la base dei vari piani in modo da poter poggiare il terriccio e le piante e posizionare il tutto in verticale. A questo punto, non servirà altro che posizionare la terra e le verdure e iniziare la propria avventura di giardinaggio. Ovviamente il bancale potrà essere anche pitturato o abbellito a proprio piacere.

Orto verticale fai da te con bottiglie

Orto verticale fai da te con bottiglie

Un orto verticale fai da te con bottiglie è probabilmente quello meno piacevole dal punto di vista estetico, ma anche il migliore per evitare gli sprechi e operare a favore del riciclaggio della plastica. Anche in questo caso parliamo di un processo di creazione davvero semplicissimo e adatto a chiunque. Per iniziare la propria piantagione, basterà infatti prendere una semplice bottiglia di plastica, inciderla su un lato rimuovendo un pezzo di parete rettangolare e aggiungere due corde alle sue estremità per poterla appendere alla parete. Tutto qua. Il prossimo step sarà ovviamente quello di riempire la stessa bottiglia di terra e della radice preferita e iniziare ad occuparsi della pianta. Il tutto potrà essere ripetuto con tante bottiglie diverse. Ovviamente, anche in questo caso, si potrà operare di fantasia, abbellendo a proprio piacimento le varie bottiglie utilizzate.

Orto verticale con grondaie o scaffali

orto verticale Grondaie o scaffali

Le grondaie rendono il processo di creazione di un orto verticale ancora più semplice e immediato, in quanto non servirà fare essenzialmente nulla. Come sicuramente saprete infatti, le grondaie dispongono già di una forma decisamente favorevole al posizionamento delle piante e del terriccio. L’unica cosa che ci sentiamo di aggiungere è di fare molta attenzione alla distanza tra il posizionamento di una pianta e l’altra, in quanto alcune richiederanno più spazio di altre. Ovviamente è anche consigliato di fissare le grondaie ad una parete, ma se stabili, potranno anche semplicemente essere poggiate su uno scaffale o a terra. Le grondaie da utilizzare dovranno ovviamente essere quelle vecchie e inutilizzate, così da favorirne anche il riciclaggio.

Un’altra idea abbastanza semplice da applicare è quella relativa all’utilizzo di scaffali, anche appositamente prodotti per la creazione di orti verticali. Come vedremo nella lista di prodotti consigliati più in basso, esistono degli scaffali pensati proprio per il giardinaggio e ovviamente per il posizionamento dei vasi e delle piante. In questo caso quindi, la scelta dello stile del prodotto potrà essere fatta personalmente già in fase di acquisto.

L’orto verticale idroponico

vertical hydroponic garden

Dedichiamo adesso dello spazio al cosiddetto orto verticale idroponico, che negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede. Prima di tutto però, prendiamoci qualche istante per capire cosa è realmente. Si tratta sostanzialmente di una speciale tecnica di agricoltura che non richiede l’utilizzo del terriccio. La tecnica idroponica necessita infatti di un substrato in grado di essere coltivato, il quale può essere generato con l’utilizzo di varii materiali: ghiaia, sabbia, argilla o altro ancora. La cosa fondamentale però, è che tale substrato venga continuamente irrorato con acqua, altrimenti le piante non avranno alcuna possibilità di crescita.

In questo caso però, la creazione dell’orto potrebbe effettivamente risultare più difficile. In linea generale, è possibile assemblare un orto verticale idroponico completo anche solo con delle bottiglie di plastica, o dei tubi in PVC, ma questi dovranno essere costantemente in contatto con l’acqua. Per questo motivo, è assolutamente necessario creare una struttura che riesca ad irrorare continuante le piante disposte all’interno. Ovviamente, la parete su cui verrà posizionato il tutto dovrà anche essere piuttosto illuminata e ben protetta in caso di perdite d’acqua, altrimenti la struttura potrebbe creare problemi.

Cosa serve per un giardino verticale: attrezzatura e prodotti

Dopo aver analizzato nello specifico alcune tecniche per la creazione di un orto verticale completo, vediamo una lista di prodotti utili per la gestione del suddetto orto. Daremo spazio anche gli scaffali, di cui abbiamo parlato in precedenza, così da offrire a chiunque la possibilità di iniziare la propria avventura agricola semplicemente dotandosi di tutto il necessario già pronto per l’utilizzo.

Fioriera decorativa in Pallet

Fioriera decorativa in Pallet

Abbiamo iniziato questa guida facendo riferimento all’utilizzo del pallet per la creazione di un orto verticale. C’è chi ovviamente ha ben pensato di preparare un bancale, rendendolo quindi già pronto per il posizionamento delle piante. Questo può essere acquistato su Amazon in dimensione da 120 x 80 cm, perfetto sia per essere appeso ad una parete che semplicemente poggiato al muro. Ovviamente si tratta semplicemente di un porta vasi, perciò dovrà essere l’acquirente a scegliere quali piante inserire all’interno.

Fioriera decorativa in Pallet può essere acquistato su Amazon a ,00 euro

GIOVARA Grande Vaso da Fiori in Metallo

GIOVARA Grande Vaso da Fiori in Metallo

E se l’orto verticale fosse semplicemente formato da vasi già predisposti per essere appesi? La risposta è data da GIOVARA e con i suoi dieci vasi in colori assortiti con gancio e foro per il drenaggio. L’idea è assolutamente semplicissima: si tratta di dieci vasi in metallo, pitturati in colori diversi e arricchiti da un comodo gancio, sempre in metallo, utile per facilitarne il posizionamento su una qualsiasi parete. In questo modo, l’orto verticale fai da te risulterà molto colorato e omogeneo. 

I vasi sono disponibili all’acquisto su Amazon al costo di 26,7 euro

Unho fioriera per erbe aromatiche da esterno fioriera legno

Unho fioriera per erbe aromatiche da esterno fioriera legno

Tra gli scaffali da giardinaggio più eleganti troviamo sicuramente quelli in legno. Proprio per questo motivo, riportiamo in questa guida il prodotto di Unho, molto gradevole dal punto di vista estetico e perfetto per contenere tre grandi vasi, uno per ogni piano. Il vaso superiore può contenere un massimo di 20 kg, mentre i due inferiori possono arrivare anche a 30 kg. Ogni vaso dovrà avere una grandezza di circa 30 centimetri in larghezza, e 15 centimetri in altezza.

Unho fioriera per erbe aromatiche da esterno fioriera legno è acquistabile su Amazon a 89,55 euro

KESSER Fioriera Verticale Premium

KESSER Fioriera Verticale Premium

Un’ottima alternativa arriva da KESSER, che propone una fioriera verticale in legno molto elegante e pensata per la sistemazione di tre vasi da circa 60 cm di ampiezza e 8 cm di altezza. L’intera struttura ha invece un’altezza di 140 ed è disposta in diagonale anziché in linea retta, tuttavia, può essere tranquillamente regolata nell’inclinazione a proprio piacimento. Ogni piano è inoltre in grado di contenere un massimo di 20 kg di terriccio e piante. Il suo design è parecchio semplice quanto piacevole e non avrà alcun problema a resiste alle diverse variazioni climatiche.

KESSER Fioriera Verticale Premium è acquistabile su Amazon a 89,8 euro

T98 Set Attrezzi Giardinaggio con Borsa

T98 Set Attrezzi Giardinaggio con Borsa

Possedere un orto verticale implica ovviamente tutte le stesse accortezze di un orto classico. Perciò, è assolutamente necessario dotarsi di tutti gli strumenti più utili per prendersi cura delle proprie piante. Il set attrezzi da giardinaggio risponde a tale esigenza, proponendo in un solo kit 11 utensili, tra cui: forbici da potatura, rastrello a mano, weeder, cazzuola per trapianto con bilancia, trapiantatore, forche tridente, guanti da giardinaggio, etichetta di giardinaggio e una comoda borsa. Disponibile anche in un set da soli 6 pezzi ad un prezzo di vendita minore.

T98 Set Attrezzi Giardinaggio con Borsa può essere acquistato su Amazon a 19,99 euro

Cosa piantare in un orto verticale

Per piantare in un orto verticale è sufficiente ripetere le classiche operazioni di giardinaggio di un classico orto orizzontale, facendo attenzione a dedicare la giusta attenzione alle diverse tipologie di piante scelte e rispettare il Calendario della semina. Tuttavia, è bene precisare che esistono alcuni ortaggi sicuramente più indicati di altri per la piantagione su parete. Le insalate di vario tipo, ad esempio, possono tranquillamente trovare spazio. Per quanto riguarda invece i frutti, come i pomodori, è consigliato utilizzare quelli con una crescita in espansione abbastanza contenuta, come quelli rampicanti. In generale comunque, tutte le piante rampicanti riusciranno a crescere in maniera adeguata e sana (e quindi anche le zucchine). Ovviamente però, ogni ortaggio deve essere curato in maniera diversa, con tempi di idratazione diversi, ma per queste considerazioni, rimangono valide tutte le regole classiche della piantagione orizzontale.

Conclusioni

Come avrete quindi capito, un orto verticale può sicuramente trovare spazio all’interno di qualsiasi abitazione, a patto che si disponga di una parete libera e sufficientemente illuminata. In questa guida ci siamo limitati a parlare della piantagione in verticale con l’utilizzo di pallet, bottiglie, grondaie e scaffali, ma come più volte ripetuto, non esiste una regola unica e tutti potranno generare la propria aria di lavoro in base alla proprie preferenze e alla propria fantasia. Oltre ad essere un’ottima alternativa alla classica piantagione, risulta essere un modo perfetto per il riciclo dei materiali (come ad esempio le bottiglie o le grondaie), oltre che per abbellire una qualsiasi parete. Ora che avete tutte le basi per iniziare, potrete sicuramente iniziare a creare il vostro personale orto verticale fai da te.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

2022-06-01 09:55:59
Link copiato negli appunti