Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Pin It

taglio termicoL’alluminio è sempre più utilizzato per la costruzione di serramenti. La lavorabilità del materiale, le poche macchine necessarie per la preparazione dei pezzi, la velocità di lavorazione, una vasta gamma di accessori, la durata, la robustezza, la leggerezza, l'assenza di manutenzione, sono le principali caratteristiche

e i fondamentalili motivi dell'utilizzo di questo materiale per la costruzione di finestre e porte finestre.
L’alluminio è anche un ottimo conduttore termico ed è proprio questo il punto a sfavore per questo tipo d’applicazione.

Immaginiamo una stanza ben riscaldata, chiusa da una finestra con profilo in alluminio, ed una temperatura esterna di molti gradi inferiore a quella presente nella stanza. L’allumino in questo caso, instaura un flusso termico contribuendo al trasferimento del calore dall’ambiente interno e quello esterno. Questo effetto è detto comunemente ponte termico. Maggiore è la differenza di temperatura tra i due ambienti, maggiore sarà la quantità e la velocità del calore, nell’unità di tempo, trasferita all’ambiente esterno. Questo significa che parte del calore generato dal nostro impianto di riscaldamento andrà perso.
finestra alluminio profilo taglio termico

Per ridurre l’effetto ponte, è stato creato un profilo particolare. Visto in sezione esso presenta al suo interno un’anima in plastica. In pratica le due facciate sono meccanicamente unite da un materiale che interrompe la continuità della struttura di alluminio. Questa soluzione è definita, taglio termico proprio perché la conducibilità termica e il rispettivo flusso viene interrotto, ansi, tagliato da un materiale termoisolante.
Bisogna ricordare che l’isolamento termico non ha stagione, quindi come è vero che in inverno avremo una minore dispersione di calore verso l’esterno, in estate otterremo una temperatura interna meno influenzata dal calore esterno.
sezione finestra a taglio termico

Quì un esempio di anta con telaio, realizzati su profilato a taglio termico. La parte interna è rivestita in legno, che oltre ad aumentare ulteriormente l'isolamento termico, cura in modo particolare l'aspetto estetico.

Il vetro.
Su questi profilati viene montato il cosiddetto vetrocamera. Si tratta di due vetri sovrapposti, distanziati da una cornice contenente dei sali che assorbono l'umidità. Il bordo è completamente sigillato con una colla a caldo. Può contenere normalissima aria, ma sempre più diffusa è l'immissione di gas argon che contribuisce all'aumento dell'isolamento termico. Altra caratteristica dei vetrocamera è l’isolamento acustico che aumenta all'aumentare dello spessore dei due vetri utilizzati. 

Pin It

Commenti  

0 #1 Finestre in legno 2014-05-13 10:50
personalmente credo che il legno sia il materiale migliore dal punto di vista del risparmio energetico ed isolamento termoacustico, infatti a differenza degli altri materiali necessita di molti meno additivi, coibentanti e guarnizioni particolari.
Citazione