Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Pin It

tapparellaSimile alla precedente lavorazione ma con qualche passo in meno, per chi decide di sostituire la cinta non ancora rotta ma perchè vecchia o sfilacciata. In questo caso si avranno dei piccoli vantaggi sulla lavorazione rispetto ad una tapparella con cinghia rotta.

Lavorazione nel vano tapparella (zona alta).
Una volta reso accessibile il vano tapparella e con questa in posizione completamente avvolta (aperta) si da inizio alla lavorazione.

Bloccare la tapparella in questa posizione utilizzando uno dei vari sistemi: un cacciavite come incastro sulla puleggia, due canne da elettricista tagliate a misura come sostegno alla tapparella, due zeppe di legno incastrate sulle guide, oppure più semplicemente avvalendosi dell’aiuto di una seconda persona che provvederà a sostenere la tapparella.
Estrarre cinghia a sufficienza dall’avvolgitore e realizzare un nodo. Tagliare la cinghia sopra al nodo, in questo modo la molla dell’avvolgitore si manterrà carica.
Eliminare la vecchia cinghia togliendola dalla puleggia.
Inserire la nuova cinghia prima nei rullini guida e poi nella fessura della puleggia con una lunghezza sufficiente per realizzare il nodo di fissaggio.
A questo punto è possibile rimuovere il sistema di bloccaggio e fare scendere (chiudere) completamente la tapparella tenendola per la nuova cinghia.

Lavorazione dell’avvolgitore (zona bassa).
avvolgitore cinta o cinghia tapparella
Tagliare la nuova cinghia 20cm (circa) più in basso rispetto alla fessura d’ingresso dell’avvolgitore.