loading

Come arredare il bagno (grande o piccolo): idee e consigli pratici

Come arredare il bagno in base allo spazio a disposizione scegliendo con cura rivestimenti, sanitari, luci, accessori ed elementi decorativi.
Come arredare il bagno in base allo spazio a disposizione scegliendo con cura rivestimenti, sanitari, luci, accessori ed elementi decorativi.

Il bagno, spesso sottovalutato o considerato solo come luogo di passaggio per le abluzioni quotidiane, merita in realtà più attenzione. Specialmente se lo spazio risulta esiguo e la metratura davvero limitata, e costringe a valutazioni mirate per ottenere un arredo funzionale ma anche di tendenza. Il bagno, grande o piccolo che sia, è un luogo intimo che potrebbe facilmente trasformarsi in una stanza dallo stile deciso, oppure replicare il look di una spa anche se in miniatura, vediamo quindi come arredare il bagno.

Sicuramente è la stanza che più di tutte subisce modifiche e variazioni, sia in fatto di metratura che di rivestimenti e accessori. È sempre presente nella lista degli interventi di muratura, specialmente quando si acquista una casa con un vissuto alle spalle. Cambiare piastrelle e sanitari diventa un passaggio obbligato, come verificare lo stato di salute degli impianti prima di rimettere tutto a nuovo. Scopriamo questa stanza così bistratta, vediamo insieme come personalizzarla nel modo giusto seguendo gusti e idee personali.

Arredare il bagno: gli aspetti da considerare

arredare bagno

Dopo aver valutato lo stato di salute di impianti e muri, si passa alla fase creativa e alla scelta degli elementi che potranno caratterizzare l’aspetto del bagno stesso. Non solo piastrelle, rivestimenti, sanitari, luci, elementi decorativi e accessori, ma principalmente spazio e metri quadri da organizzare nel modo giusto. Le abitazioni moderne concedono poco in fatto di metrature per questo è importante realizzare prima un progetto, magari affidando il tutto nelle mani esperte di un architetto o di un’impresa.

Professionisti che potranno suggerire le combinazioni più adatte, i materiali più resistenti e gli interventi migliori così da sfruttare ogni centimetro a disposizione. Oppure, per i più pratici ed esperti, basta armarsi di creatività e senso pratico creando il proprio moodboard personale. Studiando combinazioni e colori, ma anche visualizzando dal vivo superfici ed elementi che andranno a comporre il progetto finale. Con un occhio alle spese ma anche al risultato finale, per un bagno che rispecchi il gusto personale.

Spazio

bagno spazioso

Le dimensioni del bagno sono importanti, non si può improvvisare con la scelta degli elementi se si deve fare i conti con una stanza piccola, magari con interventi di muratura precedenti che ne hanno ridotto il formato. Se la legge lo consente, se i muretti e le parti che ostruiscono non sono fondamentali si può valutare l’idea di creare uno spazio unico senza divisori. Valutando dove collocare i sanitari, se predisporre per una doccia o al contrario per una vasca. Preferendo magari l’inserimento di mobiletti e mensole a parete, così da evitare siano di intralcio risultando funzionali.

Ma anche in caso di spazi importanti che consentono l’agio del movimento e dell’arredo, è importante scegliere elementi precisi per non soffocare la stanza. Ad esempio progettare una vasca al centro dell’ambiente dando libero sfogo al proprio amore per i design, distribuendo lungo le pareti sanitari e mobili. Sempre con un occhio ai pesi e alle misure dell’ambiente stesso, bilanciando le presenza e valorizzando il tutto in modo equilibrato. Puntando sempre sulle tonalità chiare per una ristrutturazione del bagno perfetta così da rendere più ampia la metratura, illudendo l’occhio in particolare se la stanza è piccola e scarsamente illuminata.

Scelta dei sanitari

sanitari bagno

La scelta dei sanitari è importante anche per una questione di igiene, così da rendere più facile l’azione di pulitura degli spazi. I sanitari sospesi sono sicuramente più facili da detergere a partire dalla possibilità di agire anche sul pavimento sottostante, senza dimenticare la comodità di un vaso senza brida veloce da igienizzare. Valutando se sia meglio una doccia chiusa o aperta, se in cristallo o muratura sempre considerando lo spazio a disposizione. Oppure preferendo una vasca comprensiva di box in cristallo, così da sfruttare tutte le funzionalità del caso.

Anche la rubinetteria è importante, quella a muro è facile da pulire ma deve richiedere l’intervento di un idraulico esperto. Mentre il soffione della doccia dovrà risultare in misura dello spazio, così da impedire che l’acqua fuoriesca dalla doccia stessa. In particolare se in formato walk-in ovvero aperta, il piatto dovrà possedere un formato adeguato ad accogliervi per un momento rilassante senza perdite d’acqua dalla parete aperta. Una scelta mirata che non deve dimenticare la distanza tra gli stessi sanitari, da posizionare in modo adeguato per un movimento comodo e naturale, che permetterà la creazione di uno spazio comodo, igienico e moderno, facilmente fruibile.

Pareti e rivestimenti

bagno in marmo

Il rivestimento delle superfici del bagno non solo caratterizza l’igiene dello spazio stesso ma ne determina lo stile, a partire dalla scelta del materiale. La piastrella solitamente è la protagonista in grado di proteggere pavimenti e pareti, in alcuni casi giungendo anche fino al soffitto. Il materiale predominante è la piastrella, come anticipato, serve a schermare la muratura dall’azione dell’acqua, dagli schizzi, dall’umidità che potrebbe portare alla muffa. Solitamente sono disponibili in formato monocottura smaltato perfette per le pareti, oppure bicottura prodotte con argilla di cava a due cotture per consolidare la base e fissare lo smalto.

La più nota è la ceramica dai vari formati, ma con effetti sempre differenti dalla pietra al marmo, al mosaico, senza dimenticare l’effetto legno, resina e molto altro. Fino al gres tanto amato e presente nelle case moderne, frutto della selezione di alcune materie prime selezionate che vengono sottoposte a cottura a temperature elevate tanto che il risultato finale risulta vetrificato e resistente all’acqua. Un decoro che può replicare sia il marmo che il granito, il cemento, la pietra, il legno con formati differenti anche maxi. Senza dimenticare le piastrelle in gres laminato che consente una continuità visiva, ma anche il mosaico ottenibile con monocottura incisa o vetro e con l’inserto di metalli di pregio. Per finire con le maxi lastre effetto rivestimento, passando per le più classiche cementine dal gusto vintage ed elegante, continuando con il cemento che consente una reale uniformità visiva fino alla resina dal look industrial e anche la carta da parati.

Illuminazione

bagno luminoso

L’illuminazione gioca un ruolo essenziale all’interno di un bagno, in particolare in uno spazio che non contempla la presenza di una fonte naturale come una finestra. Non può mancare una fonte luminosa centrale magari a sospensione, un classico lampadario con luce singola oppure faretti regolabili così da direzionare la luce dove serve. Perfetta anche l’idea del lampadario a più luci, se lo spazio e lo stile lo consentono, fino ai led oppure i faretti debitamente nascosti con un controsoffitto in cartongesso. Così da illuminare tutta l’area del bagno, compresa quella sopra la doccia.

Accanto allo specchio non può mancare l’applique d’ordinanza utilissima per illuminare il viso durante la fase beauty e make-up. Del resto l’illuminazione gioca un ruolo essenziale in grado di ampliare la sensazione dello spazio a disposizione, se ben studiata può migliorare l’aspetto estetico del bagno rischiarandolo. In particolare se la scelta dei rivestimenti è caduta su superfici scure e materiche. Anche l’impiego di lampadine decorative può migliorare l’aspetto del bagno, in particolare se frequentato in prevalenza da bambini o adolescenti. Senza dimenticare tutti quegli elementi decorativi luminosi che possono creare atmosfera quali insegne, candele, file di lucine e molto altro.

Idee e consigli per arredare il bagno

bagno con vasca in rame

Come anticipato per un bagno facilmente fruibile è necessario prestare attenzione alla progettazione, oltre alla scelta degli elementi che lo caratterizzano. Non solo sanitari e rivestimenti ma anche oggetti e articoli di arredo. Una passeggiata al mercatino dell’usato di zona potrà permettere l’acquisto di accessori e oggetti di seconda mano che potrebbero ritrovare lustro, grazie a una pulita e una mano di pittura. Un mobiletto da sistemare, uno scaffale a vista sospeso, uno sgabello o magari una scaletta. La via più facile per garantire un tocco personale, grazie all’impiego di elementi di recupero da rivisitare e rinnovare.

Senza dimenticare gli accessori e arredi di design, una scelta di stile e di tendenza per chi ama impostare un arredo di carattere. Ma anche articoli acquistati con cura negli store di fiducia oppure online, mixando colori, stili e preferenze per un mix&match davvero originale e unico.

Funzionalità, praticità ed economia

bagno pratico

Un acquisto mirato consentirà la presenza di precisi articoli in grado di replicare lo stile imposto per lo spazio benessere, ma principalmente garantire funzionalità e fruibilità. Per scegliere gli elementi più adatti affidatevi agli esperti di settore oppure valutate le offerte proposte dai centri di zona, dopo aver a confronto caratteristiche tecniche, prezzi e misure. Anche in rete è possibile intercettare offerte ed articoli interessanti, in grado di rispondere alle necessità della stessa casa. Ponendo a paragone opinioni e valutazioni da parte degli utenti, così da verificare la praticità, la facilità legata alla pulizia e anche alla stessa durata nel tempo.

Design: classico o moderno

bagno classico

Design classico e ricco oppure moderno e minimal, non esiste una regola perché tutto dipende dal gusto personale e dallo stile imposto alla casa e al bagno stesso. Se si ama uno stile shabby oppure industrial anche la zona bagno potrà beneficiare di questa tipologia di interventi, come l’idea di impostare un mood classico con rivestimenti di marmo e di lusso e la presenza di mobili ed elementi di pregio. Anche di panchette e tessuti in grado di offrire alla stanza un tocco luxury, con elementi di pregio dalla finitura metallica magari oro o argento, lucida e brillante.

Un arredo modero potrà contare sulla presenza di accessori attuali e dal look di design, pochi elementi scovati in qualche svendita o outlet che potranno impostare un trend moderno all’intera stanza. Non solo sanitari ma a anche scaldasalviette, luci, sgabelli, elementi di appoggio come mensole a vista o scalette. Basta impostare un elemento di collegamento tra i vari elementi presenti, che sia una forma o un colore, tutto dovrà allinearsi all’imput definito così da non rimepire troppo lo spazio con oggetti e accessori.

Cura dei dettagli

vasca idromassaggio

Come anticipato che sia classico o moderno, vintage o minimal, shabby o futuristico, il bagno deve poter contare sulla presenza di elementi decorativi e accessori in grado di caratterizzare lo spazio stesso. Una scelta precisa che permetterà di personalizzare l’ambiente non solo dal punto di vista cromatico attraverso colori, tessili e rivestimenti, ma anche con forme e prodotti beauty. Poche ma funzionali per garantire la possibilità di muoversi in comodità ritrovando nella zona bagno un luogo di benessere e serenità, dove rilassarsi abbandonando sulla porta ansie e stress della giornata. Basta poco, una luce soffusa, un aroma rilassante, un bagnoschiuma energizzante, un telo morbido e avvolgente e il getto rinvigorente della doccia, per lavare via una giornata faticosa.

Consigli su come arredare il bagno piccolissimo

bagno piccolo

E se il bagno è piccolo e dal formato contenuto? Niente paura, lo si può comunque personalizzare scegliendo pochi elementi di arredo e funzionali. Meglio un box doccia al posto della vasca e sanitari sospesi, con lavabo circolare o quadrato appoggiato sopra un piano sospeso ma fissato al muro. Così da sfruttare sia lo spazio sottostante che sovrastante con un mobiletto piccolo, mensole e box aperti, oltre ad appendiabiti e ganci da fissare al muro, alla porta stessa o già integrati. Il colore predominante dovrà essere il bianco o una tonalità chiara lasciando agli accessori il compito di garantire piccoli tocchi cromatici, ma di forte impatto. Senza dimenticare il ruolo della luce che dovrà avvolgere tutto lo spazio, e dello stile che dovrà risultare unico così da garantire una chiave di lettura precisa.

Less is more, è la via più adatta per uno spazio dove rilassarsi e dedicarsi alle creme e alle luci soffuse, pochi oggetti ma ben calibrati così che anche la lavatrice possa ricavarsi uno spazio personale. Magari acquistabile in un formato contenuto e da nascondere all’interno di un mobile in misura, creando un piccolo angolo lavanderia in sintonia con il resto dell’ambiente.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

2021-05-28 07:00:20
Link copiato negli appunti