loading

Sistemi d'illuminazione a led per interni: la guida completa per la casa

Illuminazione a LED per interni: tipologie, colorazioni, idee, soluzioni e prezzi per i vari ambienti della casa
Illuminazione a LED per interni: tipologie, colorazioni, idee, soluzioni e prezzi per i vari ambienti della casa

Sono lontani i tempi in cui per illuminare una stanza si usavano le vecchie lampade ad incandescenza o, nel migliore dei casi, lampade a risparmio energetico.

Ormai l’illuminazione a LED ha preso il sopravvento principalmente per i bassi consumi, ma anche per la sua longevità, le più diverse tipologie di lampade, la facilità con le quali si possono sostituire alle vecchie lampade ad incadenscenza ma anche per le diverse forme e funzioni anche decorative, nonché i colori disponibili per un design piacevole all’interno della nostra abitazione.

Per una buona illuminazione della casa non si può improvvisare, occorre una pianificazione attenta sul posizionamento dei vari elementi, la quantità di luce, il colore e la tipologia dei corpi illuminanti all’interno di una stanza. Inoltre le luci non devono mai risultare fastidiose, ma creare un’ambiente soft e rilassato.

E’ importante anche scegliere la giusta tipologia d’illuminazione nella stanza ponendola in una posizione ben precisa per ottenere il massimo effetto.

Si possono anche illuminare con strice LED, rigorosamente con luce bianca, anche piccoli ambienti come per esempio armadi o cabine armadio per vedere meglio il proprio indumenti.

Consigli utili

Per installare luci in punti dove prima non esistevano va modificato l’impianto elettrico da personale qualificato, questo aspetto va tenuto di conto per via dei costi, ovviamente il miglior momento in cui farlo è durante un restauro della casa.

Nell’illuminazione di una stanza viene poi spesso fatto un errore, ovvero tutte le luci sono comandate da un solo interruttore. In questo caso non potendo frazionare l’illuminazione interna si ha uno spreco d’energia elettrica in quanto si va a far luce anche in  zone in cui in quel momento non è presente nessuno e non c’è nessuna attività, questo problema ha un certo peso sui grandi ambienti. Con 2 o più interruttori collegati ad altrettante porzioni di punti luce è possibile regolare in modo efficiente la luminosità all’interno di una stanza, così si evitano sprechi energetici e quindi bollette elettriche meno care.

Anche avere poche prese elettriche non è affatto una buona idea, in questo modo si perde la possibilità di poter installare una lampada in punti dove invece se ne sentirebbe il bisogno, magari vicino ad una poltrona o una scrivania dove sarebbero molto utili.

L’installazione di appositi comandi chiamati dimmer ci permette inoltre di regolare l’intensità luminosa delle nostre luci da un valore minimo ad un valore massimo, questo favorisce anche un certo risparmio energetico.

Se poi vogliamo fare un passo oltre è possibile collegare l’impianto luci a soluzioni di domotica in modo tale da comandare l’illuminazione con comandi vocali per esmpio con Alexa o Google Assistant.

Tipologie di illuminazione a LED per interni

Vediamo ora nello specifico quali sono le tipologie d’illuminazione a LED per interni

Faretti ad incasso

Il primo tipo d’illuminazione che vediamo sono i faretti da incasso applicati al soffitto, questi possono avere sia la funzione d’illuminare la stanza come i comuni lampadari, sia avere un effetto deocrativo. I faretti sono un’ottima soluzione per alcuni ambienti della casa, danno l’impressione di una stanza più grande e spaziosa con una migliore pulizia delle linee.

Illuminazione da parete

I fari da parete sono una soluzione elegante e di design per un’illuminazione omogenea che danno un tocco di stile all’ambiente. E’ anche la tipologia che si adatta più facilmente ai vari tipi di stili di arredamento, da quelli classici a quelli moderni, grazie a numerose forme e colori.

Pannelli a LED

Altra tipologia sono i pannelli a LED, sono usati per illuminare una stanza in modo omogeneo ed intenso con ingombri ridotti, adatto per grandi spazi. Avendo la tecnologia a LED sono la migliore soluzione possibile per illuminare un’ampia stanza al minor costo, visto il risparmio energetico.

Barre a LED

Le barre a LED sono un’ottima soluzione per illuminare quelle zone di solito tralasciate, ovvero i bordi superiori delle pareti e in tutti quei casi dove un’altro tipo d’illuminazione sarebbe poco opportuna. Le barre sono sottili ma molto luminose, sono perfette se applicate nelle parti superiori delle pareti con dei bordi decorativi in modo da non essere direttamente in vista. Si possono usare anche le strisce a LED per collocarle all’interno di profili specifici la cui parte superiore presenta una parete trasparente, si ottiene così una barra a LED rigida. Inoltre le barre sono perfette per illuminare mensole, pensili e altri elementi che si vuole valorizzare, la loro installazione è facile e veloce, si ottengono degli effetti visivi veramente suggestivi.

 

Consigli di design

Di seguito vedremo delle idee d’illuminazione a LED da applicare ai vari ambienti della casa.

Idee per la cucina

Faretti cucina

 

Per illuminare la cucina si possono usare le barre a LED da posizionare sopra la linea dei pensilli per un ambiente più soft, un’altra linea invece da posizionare sotto i pensili per una buona illuminazione mentre si cucina. Per illuminare invece la zona del tavolo da pranzo l’idea migliore a quella di ricorrere ai faretti LED ad icasso.

Idee per il bagno

Faretti a LED bagno

Per il bagno si possono valorizzare alcuni elementi strategici, per esempio possono essere applicate delle piccole barrette luminose appena dietro un grande specchio, ma anche nella zona della doccia e anche barre LED lungo la parte superiore delle pareti per un’ambiente più soft. Ottimo sarebbe abbinare il colore delle barre con quello delle piastrelle, oppure semplicemente il colore bianco a seconda dei gusti. Nella zona del lavabo invece sono preferibili i faretti LED.

Idee per le scale interne

LED scale

Per le scale si possono scegliere i segnapasso ad incasso, sono dei faretti LED particolari che si poizionano lungo l’altezza dei gradini offrendo una buona illuminazione. Offrono anche una pulizia delle linee in quando non sporgono dalla parete, si possono poi posizionare in modo creativo per ottenere funzionalità e design. In alternativa ai segnapasso si possono usare anche piccole barrette LED da posizionare sotto il bordo di ogni gradino ottenendo un bellissimo effetto scenografico.

Idee per il soggiorno

Faretti LED soggiorno/cucina

Per il soggiorno c’è da consideare un aspetto, essendo di solito un’ambiente un pò grande e molto frequentato è preferibile un’illuminazione intensa. Per lo scopo si può ricorrere a faretti LED con luce bianca e forte. Se si vuole avere una duplice illuminazione si possono scegliere anche qui la barre a LED da applicare nella parte alta delle pareti per avere una luce soffusa, meglio ancora se è possibile regolare l’intesità luminosa e con colori non troppo accesi.

Idee per la camera da letto

LED camera da letto

La camera da letto è un’ambiente dove dovrebbe prevalere il relax, qui l’illuminazione dovrebbe essere delicata e solo in alcuni punti della stanza ci deve essere una buona intensità luminosa, per esempio ai lati del letto o vicino alla zona armadio. Si può scegliere come soluzione l’uso dei pannelli a LED per il soffitto come fonte luminosa principale, una barra/striscia a LED sopra la spalliera del letto come fonte luminosa secondaria per attività che richiedono una luce più soffusa, senza disturbare, questo per leggere un libro o utilizzare un notebook.

Soluzioni sul mercato: prezzi e marche

Di seguito una breve lista di soluzioni presenti sul mercato con i relativi prezzi

Faretto LED da incasso LOFTEr

 

Faretto LED LOFTEr

Faretto LED della LOFTEr, 220V, 6W, 3000K (luce bianca calda) , IP44. Il faretto LED è inclinabile di 40°, possibilità di regolare l’intensità luminosa con il semplice interruttore a parete su 3 step , 100%, 50% e 10%. In pratica ogni volta che si accende e si spegne la luce si modifica l’intensità luminosa, senza l’ausilio di un dimmer specifico per il controllo.  Il  design è elegante e sobrio, facile installazione grazie alle clip di aggancio di cui è dotato, la confezione comprende 6 faretti. Adatto per soggiorno, ufficio, bagno, ecc.

ASIN: B083Q9GHB9

Prezzo Amazon: 31,99 Euro

Plafoniera LED JIAODIE

Plafoniera LED JIAODIE

Particolare plafoniera a forma di fiore di loto di JIAODIE, 220V, 80-160W (luminosità massima), 3000-3500-6000K (valore impostabile dall’utente), IP20, 85 Cm di diametro. Plafoniera dal design molto particolare realizzata in metallo, alluminio e acrilico. Temperatura di colore ed intesità regolabili a piacere tramite telecomando, funzione di memoria, funzione di risparmio energetico, il telecomando può controllare fino a 4 lampadari dello stesso tipo.

ASIN: B082TQ1L9Y

Prezzo Amazon: 148,89 Euro

 

Pannello LED RGB VECINO

 

Pannello LED VECINO

Pannello LED RGB di VECINO, 220V, 36W, 3000-6500K (valore impostabile dall’utente), IP20, dimensione 45X45 cm. Pannello LED RGB, dotato di telecomando, è possibile cambiare il colore in rosso,verde, blu, giallo, viola e azzurro. E’ possibile regolare la quantità di luce emessa, funzione di memoria. Adatto per ufficio, camera da letto e soggiorno.

ASIN: B08QV5WHXP

Prezzo Amazon: 38.99 Euro

Strisce LED RGB Bonve Pet

Striscia LED Bonve Pet

Striscia LED Bonve Pet, 220V con il suo alimentatore, 24W, 300 LED RGB, connettori e telecomando. Possibilità di controllare il colore e luminosità sia con il telecomando che con lo smartphone tramite app bluetooth, modalità programma e 28 modalità colore. Modalità musicale e microfono incorporato per farle andare a tempo di musica, ottime per esempio per un party. E’ possibile inserire le strisce LED sia applicandole alle classiche cornici lungo i bordi del soffitto oppure inserite in dei profili appositi con un lato trasparente e scorrevole, ottenendo così una barra LED rigida.

ASIN: B07H5N365J

Prezzo Amazon: 16,99 Euro

 

Conclusioni

Illuminare a LED una stanza non è difficile, basta non improvvisare e scegliere la tipologia giusta per l’ambiente a cui si vuole applicare. Il momento migliore per fare modifiche all’impianto elettrico è durante il restauro. Ricordarsi di frazionare i punti luce collegati ai vari interruttori in una stanza, in modo da dosare perfettamente l’illuminazione che ci serve. Non lesinare poi sul numero di prese dispobili in una stanza per evitare di privarsi di punti luce che invece potrebbero essererci molto comodi. Si possono illuminare anche piccoli ambienti chiusi, come per esempio gli armadi, in questo caso è d’obbligo un’illuminazione brillante bianca. In questo ambito può capitare di farsi prendere un pò la mano con questo tipo d’illuminazione, bisogna ricordarsi di non esagerare sia per evitare luci fastidiose sia per evitare un aumento dei costi sulla bolletta elettrica se ce ci sono tanti elementi e si tengono accesi per molto tempo.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

2021-07-24 07:00:25
Link copiato negli appunti